Carta prepagata

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Carte prepagate: la guida di SuperMoney

Quando si deve scegliere una carta di credito ci si può orientare tra diverse tipologie. La carta prepagata è un particolare tipo di carta di credito che, a differenza delle tradizionali carte a saldo, non è collegata al conto corrente del proprietario. La carta prepagata funziona infatti come una sorta di portafoglio virtuale: può essere ricaricata di volta in volta dall’utente del credito necessario.

Dove si acquista una carta prepagata?

Per acquistare una carta prepagata è sufficiente recarsi in una filiale della banca prescelta, se si tratta di un istituto di credito tradizionale, oppure seguire la procedura guidata sul sito web della banca, se invece si sceglie un istituto che opera online.

Dal momento che la carta prepagata non è collegata al conto corrente, non è necessario aprire un conto al momento della richiesta e nemmeno richiedere la carta prepagata nello stesso istituto di credito dove si ha il conto corrente.

Esistono più tipi di carte prepagate?

Esistono due tipologie di carta prepagate, le carte usa e getta e quelle ricaricabili. Le carte prepagate usa e getta possono essere utilizzate solo finché non si esaurisce il credito al loro interno, e poi devono essere gettate.

La carta ricaricabile, invece, può essere ricaricata del credito ogni volta che si ha bisogno di utilizzarla. La ricarica può avvenire sia tramite il trasferimento del denaro dal proprio conto corrente, sia utilizzando i contanti agli sportelli della banca che ha erogato la carta.

Quali requisiti sono necessari per avere una carta prepagata?

Per ottenere una carta prepagata non è necessario possedere requisiti particolari. Proprio per questo motivo la carta prepagata si rivela particolarmente adatta a chi ha difficoltà ad accedere al credito bancario, come i giovani oppure i lavoratori atipici.

A differenza della tradizionali carte a saldo, inoltre, non è necessario essere maggiorenni per avere una carta prepagata: può essere acquistata anche dai minorenni, purché un genitore faccia da garante.

Gli utilizzi della carta prepagata

Le carte prepagate si possono utilizzare per fare acquisti, sia nei negozi tradizionali che in quelli online. Affinché l’acquisto vada a buon fine, la carta prepagata deve essere caricata con l’importo necessario: la somma per il pagamento, infatti, viene prelevata al momento dell’acquisto e quindi il credito viene scalato in base a quanto speso. Con la carta prepagata, inoltre, si possono prelevare contanti presso gli sportelli bancomat. 

Quanto costano le carte prepagate?

Il costo della carta prepagata varia in base all’istituto di credito che la eroga. Solitamente al momento dell’acquisto è necessario pagare un costo di attivazione della carta ed effettuare una ricarica di importo minimo che stabilisce la banca.

Ci sono poi dei costi da sostenere per ogni ricarica effettuata. Alcune banche, inoltre, prevedono delle commissioni per il prelievo di contanti dagli sportelli bancomat.

Quali sono i vantaggi di possedere una carta prepagata?

Le carte prepagate sono particolarmente indicate per chi non vuole aprire un conto corrente bancario o postale e per chi vuole tenere sotto controllo le proprie spese sfruttando la modalità di ricarica della carta. Inoltre, fare acquisti con una carta prepagata permette di mantenere l’anonimato sui propri dati.

Inoltre, le carte prepagate sono particolarmente vantaggiose per chi fa spesso acquisti online: non essendo collegate al conto corrente, infatti, proteggono i dati del proprietario in caso di furti. Per i più giovani, poi, la carta prepagata è un valido strumento di “responsabilizzazione” all’uso del denaro.

Le carte prepagate, infine, possono essere utilizzate praticamente in tutto il mondo, perché appartengono ai maggiori circuiti di pagamento come PagoBancomat e Visa Electron.

Quali sono invece gli svantaggi delle carte prepagate?

Se si utilizza con frequenza la carta prepagata per effettuare acquisti o prelievi, il costo delle ricariche può pesare eccessivamente. Inoltre, prima di fare acquisti è sempre necessario accertarsi che nella carta ci sia la somma necessaria per concludere la transazione. Questa operazione potrebbe rivelarsi particolarmente scomoda se attraverso la carta prepagata si effettuano pagamenti periodici, come ad esempio per un abbonamento.

Inoltre, nel caso di irregolarità i tempi per accertare eventuali frodi bancarie sono più lunghi rispetto a quelli necessari per le tradizionali carte di credito a saldo. In questi casi, poi, non tutte le banche offrono tutele e garanzie particolari. Nel caso di errori come addebiti doppi, poi, i tempi per un eventuale rimborso possono essere piuttosto lunghi.

Leggi tutti i commenti