Se è vero che possedere una buona carta di credito è molto utile, allo stesso modo anche poter contare su una carta di debito innovativa e dalle molte funzionalità è un aspetto da considerare quando si è alle prese con la scelta della migliore banca alla quale affidare i propri risparmi.

In questo senso, potresti trovare interessante la soluzione che ultimamente sempre più banche hanno scelto di mettere a disposizione dei propri correntisti, ovvero la carta Bancomat V Pay di Visa.

Questo Bancomat innovativo ti permette di pagare in Italia e in Europa nella grande maggioranza degli esercizi commerciali. Ecco spiegato come funziona il Bancomat V-Pay e cosa offre.

Come funziona la Carta Bancomat V Pay

Fondamentalmente la carta Bancomat V Pay di Visa è una soluzione espressamente indirizzata al solo mercato europeo e ha dalla sua un importante meccanismo di sicurezza per quanto riguarda gli acquisti. Infatti, grazie alla tecnologia Chip&Pin, la carta Bancomat di Visa innalza un ulteriore livello di protezione per effettuare gli acquisti in piena libertà.

Secondo recenti studi, negli ultimi anni sono state immesse sul mercato quasi 15 milioni di carte V Pay e i paesi in cui è stata introdotta hanno infatti registrato un'importante diminuzione di frodi e contraffazioni.

Ma cosa offre di preciso la tecnologia Chip&Pin? Questa nuova tecnologia integrata nella carta Bancomat si affida alla combinazione di un microcircuito e di un codice segreto. Di fatto è il nuovo livello di sicurezza per le tutte le carte di pagamento ed è al momento in piena espansione in tutta Europa, Italia inclusa.

Le modalità di utilizzo del nuovo sistema Chip&Pin sono le seguenti: per effettuare il pagamento dovrai semplicemente inserire la carta V Pay all'interno del terminale e digitare il PIN per abilitare la transazione.

DA LEGGERE: Pagare online con bancomat: quando e come è possibile?

Carta Bancomat V Pay: dove è possibile utilizzarla

Trattandosi di un prodotto relativamente nuovo, esistono alcune piccole precauzioni da prendere per quanto riguarda la carta V Pay. Come sottolinea Visa, la carta è stata ideata per rispondere a delle specifiche esigenze delle banche europee e del SEPA Cards Framework.

Le banche europee che soddisfano i requisiti SEPA (l'area unica dei pagamenti in euro), possono facilitare la transizione verso un mercato di pagamento più dinamico. Per quanto riguarda gli esercenti, le cose non sono così complicate come potrebbero apparire. La V Pay è una carta a solo PIN e questo potrebbe essere un plus da pubblicizzare per il tuo esercizio commerciale. Se il terminale EMV per carte Chip&Pin accetta già altri prodotti Visa, sarà molto semplice accettare anche V Pay.

In questo caso è molto probabile che la tua attuale convenzione di esercente copra anche l'accettazione di V Pay; nel caso contrario, basta semplicemente un aggiornamento del software del terminale EMV per le carte Chip&Pin. A questo punto sarà possibile esporre le vetrofanie V Pay nel tuo esercizio commerciale. I titolari di carte V Pay hanno quindi a disposizione una soluzione accettata in tutta Europa con elevati livelli di sicurezza. Potrebbe esserci qualche piccolo problema per quanto riguarda l'adozione in piccoli centri abitati, ma il suo supporto è in costante aumento.