Carte di credito più sicure grazie all'introduzione della nuova tecnologia "Moticon Code" che consente di rinnovare ogni ora il codice CVV/CVC. La grande scoperta, che potrebbe finalmente mettere la parola fine al problema delle frodi alle carte di pagamento, è stata presentata dall'azienda francese "Oberthur Technologies", specializzata nella creazioni di soluzioni per la sicurezza digitale.

Questa nuova tecnologia è già sperimentata da due gruppi bancari francesi, Société Générale e Groupe BPCE, che da qualche tempo hanno iniziato a fornire ai loro clienti queste nuove tipologie di carte di credito. Anche in Polonia e in Messico sono partite le prime sperimentazioni, ma si tratta di un numero davvero limitato di carte. Lo scopo è testarne gli effetti e le reazioni dei risparmiatori.

Come funziona la tecnologia che rende le carte di credito più sicure?

La possibilità di rendere le carte di credito più sicure è affidata alla nuova tecnologia Motion Code che in pratica arricchisce le normali carte di credito con un piccolo display che ogni ora visualizza un codice CVV/CVC diverso. Il rinnovo dei codici, che avviene di continuo e viene garantito per tre anni, riduce notevolmente le possibilità di truffe in caso di furto e di clonazioni durante i pagamenti.

Ciò vuol dire che in caso di phishing, si potranno finalmente evitare le lunghe trafile previste in questi casi, ovvero: rilascio di una denuncia, richiesta di immediato blocco della carta e richiesta di una nuova tessera alla propria banca. Infatti, per le carte dotate Motion Code il furto delle credenziali non avrà alcun effetto e, vista la scadenza del codice dopo 60 minuti si eviterà al titolare richiesta di una nuova tessera alla propria banca.

A tal proposito ti ricordiamo che il phishing, rappresenta solo uno degli ultimi metodi di truffa informatica. Tutto parte con la ricezione di una mail, con tanto di logo contraffatto, di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, che ti invita a fornire dei dati riservati – come il numero di carta di credito, password di accesso al servizio di home banking, ecc., motivando la richiesta con ragioni di ordine tecnico.

Da leggere: Truffe carte di credito, attenzione al codice CVV

Quanto sono sicure le carte di credito?

Nonostante i numerosi casi di truffe e di clonazione, le carte di credito continuano a rappresentare uno degli strumenti di pagamento più affidabili e apprezzati dai consumatori. La presenza di un microcircuito che interagisce con POS e gli sportelli automatici ATM rappresenta già una forma di sicurezza per il titolare della carta. I rischi aumentano quando si effettuano i pagamenti online e si affida la transazione ad un dispositivo come un computer, smartphone e tablet.

È proprio durante queste transazioni che i codici e i dati identificativi delle carte potrebbero essere prelevati, proprio attraverso delle sofisticate tecniche di phishing, ed essere utilizzati all'insaputa del vero intestatario della carta. Si tratta fortunatamente si tratta di casi isolati che non mettono certo in discussione la certezza di poter fare acquisti online in sicurezza.

Per essere certi che la propria carta non venga clonata basta infatti adottare qualche piccola precauzione. Alle volte basta attivare un buon programma antivirus o scegliere dei siti noti, affidabili, che godano della stima da parte degli altri utenti, quindi meglio affidarsi alle versioni online di brand popolari o alla versione web di grandi catene commerciali