Ancora una volta torniamo a parlare di truffe sulle carte di credito. Questa volta, però, non si tratta della più conosciuta clonazione, ma di un metodo nuovo e più semplice con il quale i malintenzionati possono utilizzare la tua carta per fare acquisti online alle tue spalle. Protagonista in questo caso è il codice CVV, il codice di sicurezza che ti viene richiesto come ulteriore conferma proprio durante le transazioni online. Vediamo insieme di cosa si tratta e come puoi difenderti da questa ennesima truffa.

Cos'è il codice CVV sulla tua carta di credito?

Il codice CVV (Credit Validation Value) è una misura di sicurezza aggiuntiva che serve a prevenire che una carta di credito venga utilizzata indebitamente da altri durante gli acquisti online.

In quasi tutte le carte di credito il codice CVV è composto da 3 numeri ed è riportato sul retro della tessera, mentre solo per le American Express è formato da 4 cifre e lo puoi trovare riportato sulla parte frontale della tua carta.

Truffa del codice CVV: come funziona?

Qualche giorno fa l'Agente Lisa, la poliziotta virtuale che offre consigli ai consumatori su come difendersi dai truffatori, ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook riguardante una nuova truffa che sembrerebbe interessare le carte di credito.

Se fino ad oggi si è sentito parlare per lo più di clonazione della carta, ultimamente i malintenzionati hanno iniziato a utilizzare un metodo meno sofisticato per utilizzare indebitamente la carta di credito del malcapitato. Ed è a questo proposito che entra in gioco il codice CVV: già, perché se un truffatore riesce a procurarselo unitamente al numero della carta e al tuo nome e cognome può subito iniziare a fare acquisti online a tuo carico.

Questo è proprio quello che è successo a Ischia, dove lo scorso agosto sono stati fermati dei truffatori che si stavano godendo delle belle vacanze prepagate utilizzando carte di credito di ignari consumatori.

DA LEGGERE: Come chiedere un rimborso alla banca per la carta clonata

Truffe carte di credito: come difendersi?

In generale, per difendersi dalle truffe sulle carte di credito è buona norma controllare periodicamente l'estratto conto e verificare che non siano presenti degli addebiti sospetti, che magari non ricordi di avere richiesto. Se così fosse allerta immediatamente la banca o la società che ha emesso la carta di credito per richiederne il blocco e per ricevere istruzioni su come comportarti.

Allo stesso modo un'ottima idea è anche quella di impostare delle notifiche via sms per ogni acquisto effettuato con la tua carta di credito, anche per piccoli importi: così potrai accorgerti in tempo reale di eventuali transazioni fraudolente.

Altro accorgimento, che fortunatamente per molti è ormai scontato, è quello di non comunicare i dati della propria carta di credito via e-mail o telefono. Spesso infatti le richieste di questo tipo possono essere delle vere e proprie truffe, organizzate da furbetti intenzionati solo a carpire i tuoi dati per poter effettuare acquisti con la tua carta di credito.

Per lo stesso motivo è bene non perdere di vista la propria carta di credito anche quando si paga nei negozi ed evitare di buttare la ricevuta non appena usciti, poiché contiene numero o e data di scadenza della carta.

Se poi vuoi essere ancora più prudente puoi fare come l'Agente Lisa: annota il codice CVV della tua carta di credito altrove, in un posto sicuro, e coprilo con una piccola etichetta adesiva. In questo modo per i malintenzionati sarà impossibile rubartelo!