Se vuoi sapere come fare degli acquisti online in sicurezza ti consigliamo di leggere con attenzione questa sintetica guida e magari ricordarti – la prossima volta che sarai in procinto di usare la tua carta di credito – di seguire i nostri consigli. Infatti, nonostante il costante miglioramento dei sistemi di sicurezza e la maggiore tracciabilità delle transazioni di denaro, sono ancora molti i problemi di pagamento segnalati dagli utenti italiani. Un nervo scoperto che rallenta la crescita degli acquisti online in Italia.

La seconda problematica più diffusa riguarda invece le fasi successive dell'acquisto, ovvero quando si riceve finalmente la merce ordinata e si scopre di avere tra le mani qualcosa di rotto, danneggiato o magari diverso da ciò che si era ordinato. In questi casi potresti addirittura scoprire che il sito dove hai effettuato i tuoi acquisti non garantisce nè il cambio né il rimborso. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di capire come effettuare gli acquisti online in sicurezza e risolvere le altre problematiche.

Da leggere: Come chiedere un rimborso alla banca per la carta clonata

Acquisti online sicuri: comincia dal tuo pc

Prima di iniziare la tua campagna di shopping online verifica che il tuo pc sia dotato di un buon programma antivirus, possibilmente aggiornato all'ultima versione. Infatti alcuni programmi includono anche un plugin per il browser che controlla l'affidabilità dei link sui motori di ricerca, in chat e sui social network. Un'altra pratica da non sottovalutare è il costante aggiornamento del browser che utilizzi, in questo modo potrai arricchirlo di nuove funzionalità utili per bloccare delle potenziali minacce. Tra i più sicuri rientrano di certo Firefox e Google Chrome.

Può sembrare scontato, ma un altro valido sistema che ti permette di fare degli acquisti online sicuri consiste nell'affidarsi a dei siti noti e quindi più affidabili. Per non sbagliare potresti dare la preferenza alle versioni online di brand popolari o alla versione web di grandi catene che già godono di una certa fama e della stima dagli utenti che hanno sperimentato i loro servizi. Nella maggior parte dei casi offrono maggiori garanzie e sicurezze nelle procedure di pagamento, nonché garanzie in caso di cambi e restituzioni con costi di spedizione abbordabili o del tutto assenti.

Un buon indicatore per verificare l'affidabilità del sito è la presenza di un logo che indica il possesso di una certificazione rilasciata da TRUSTe, Norton Secured o VeriSign. Si tratta di tre autorità specializzate nella verifica dei requisiti di sicurezza e affidabilità dei siti web. Arrivato poi al momento del pagamento, verifica che la pagina abbia un URL che inizi con https e che compaia il simbolo di un lucchetto nella barra degli indirizzi o nella barra di stato. In questo modo saprai che le informazioni inserite nel tuo browser saranno criptate.

Nuove tutele pei i consumatori

La seconda incognita degli acquisti online riguarda il momento della consegna. Infatti può capitare di ricevere qualcosa di diverso rispetto all'ordine fatto, o peggio ancora rotto oppure danneggiato. La situazione si complica se contattando il sito web dovesse arrivarti un secco no, dando così il via ad una lunga disputa tra cliente e venditore. A tal proposito ti segnaliamo che dal prossimo 16 febbraio verrà attivata una piattaforma ADR (alternative dispute resolution).

Si tratta di un'iniziativa lanciata dalla Commissione Europea con lo scopo di rendere più snello e veloce il processo di risoluzione tra le parti, evitando così il ricorso alle autorità giudiziarie. Sul sito gli utenti troveranno tutte le informazioni e la modulistica necessaria per risolvere la problematica senza dover sostenere alcuna spesa legale. Tutti i siti e-commerce saranno inoltre obbligati e segnalare questo servizio ai loro clienti.

Lo scopo di questa iniziativa è quello di fornire a tutti gli utenti uno strumento per tutelare i propri diritti ed effettuare gli acquisti online in un regime di maggiore sicurezza. Del resto con le nuove disposizioni in materia di pagamenti, inserite nella nuova manovra finanziaria, ci sarà un uso maggiore delle carte elettroniche ed è quindi importante fornire agli utenti maggiori garanzie e protezioni.