I mesi di novembre e dicembre sono spesso considerati il periodo in cui si registrano i maggiori casi di truffe ai danni delle carte di credito. Infatti, con lo shopping natalizio crescono le possibilità di impiego delle carte elettroniche non solo presso i punti vendita fisici ma anche nel web con gli acquisti online. Secondo le analisi dell'Osservatorio e-Commerce B2c Netcomm, realizzate in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano, gli italiani hanno speso nel corso degli ultimi mesi circa 3.5 miliardi di euro in acquisti online.

Parallelamente alla ripresa dei consumi, gli studi hanno anche rilevato un forte aumento del numero di frodi sulle carte di credito. Le truffe delle carte elettroniche avvengono principalmente attraverso la clonazione del numero della carta che viene poi riutilizzato su carte clonate. Mettendo a confronto il numero di carte clonate nel corso del 2014, la BCE ha calcolato che ogni 2.635 spesi con carta di credito un euro proviene da carte truffate.

Da leggere: Carte di credito clonate: cosa fare in questi casi?

Carte elettroniche: alcuni consigli per aumentare la sicurezza

La diffusione delle carte elettroniche in Italia è avvenuta soprattutto nel corso degli ultimi anni grazie alla maggiore presenza dei Pos nei vari punti vendita e alle nuove procedure in grado di assicurare una maggiore sicurezza e tracciabilità dei pagamenti. Tuttavia per ridurre ulteriormente le possibilità di rischio, e quindi le possibilità di clonazione della carta di credito e anche del bancomat, è possibile adottare alcune semplici precauzione, vediamo le più semplici ed efficaci.

- Custodire la carta di credito in un luogo sicuro e non facilmente accessibile. Per quanto riguarda il codice Pin meglio memorizzarlo piuttosto che scriverlo su bigliettini di carta o memorizzarlo sul cellulare. A tal proposito evitate le date di nascita e combinazioni numeriche semplici e comuni.

- Verificare con frequenza tutte le transazioni, comprese le cifre contenute. In caso di clonazione della carta di credito, i prelievi possono partire da somme irrisorie per poi salire verso importi più significativi.

- Firmare la carta di credito, alcune volte vengono messe a confronto le firme.

- In caso di acquisti online meglio non fornire informazioni personali o relative alla propria situazione finanziaria. Inoltre è consigliabile effettuare gli acquisti solo presso siti affidabili e in grado di assicurare elevati parametri di sicurezza.

- Non effettuare transazioni da computer pubblici, i dati personali potrebbero essere memorizzati e quindi riutilizzati da un altro utente.

- Una volta completata la procedura di pagamento è consigliabile effettuare sempre il logout, in modo da scollegarsi completamente dal sito.

Oltre a queste regole, per tutelare le carte di credito basta anche usare un po' di buon senso. Quindi, prima di digitare il pin della carta e meglio guardarsi attorno o coprire la tastiera del Pos con la mano. Inoltre verificare che l'importo pagato corrisponda a quello indicato sulla fattura è un altro metodo efficace per evitare delle brutte sorprese.