La moneta elettronica, e in particolare il bancomat, è una delle modalità disponibili per il pagamento che si sta diffondendo sempre più come abitudine tra gli italiani. Se ancora non si dispone di un bancomat o di una carta di credito, è possibile informarsi sulle carte prepagate, su quelle tradizionali e sugli altri prodotti presenti sul mercato per capire quale sia il più adatto alle proprie esigenze.

Acquisti online con carta di credito

Per avere una conoscenza più approfondita del mondo del pagamento elettronico, poi, si possono mettere Postepay e i suoi prodotti a confronto con Visa, con le carte revolving e via dicendo, prima di scegliere quale metodo è il migliore per fare acquisti. Generalmente, poi, se si è soliti fare acquisti online si opta per una carta di credito, che sia prepagata o meno, in quanto è l’unico metodo per poter procedere al pagamento telematico. Ma ancora per poco, perché ad aprile 2015 verrà introdotta la possibilità di pagare su internet anche con il bancomat.

Da aprile anche con il bancomat

La novità è stata introdotta a dicembre, durante un seminario tenutosi a Ravenna, da parte del direttore generale del Consorzio Bancomat, il quale ha comunicato che la possibilità di fare acquisti online con il bancomat sarebbe stata disponibile fin da marzo 2015. I tempi si sono un attimo allungati, ma ancora per poco. Ogni singola banca avrà la possibilità di stabilire se attivare o meno il servizio per i propri clienti. Se la banca stabilisce di attivarlo, bisogna richiedere l’abilitazione del proprio bancomat.

Pagare con il bancomat alternativa per i consumatori

L’obiettivo di introdurre questo nuovo metodo di pagamento, ha sottolineato in sede di seminario Sergio Moggia, non è quello di introdurre un concorrente nei confronti delle carte di credito, ma di proporre un’alternativa valida ai consumatori stessi.

Come funziona il nuovo metodo

Pagare con il bancomat è molto semplice: una volta completati i propri acquisti e dopo aver selezionato la scelta di pagare con il bancomat, si verrà reindirizzati dal sito web alla pagina della propria banca, dove verrà richiesto di inserire alcuni dati per confermare la propria identità e quindi autorizzare il pagamento. Per portare a termine l’operazione non è necessario inserire PIN né password.

Il motivo della decisione

Il motivo dell’introduzione di questo nuovo metodo di pagamento online è dato dal fatto che negli ultimi tre anni lo shopping sul web è aumentato di popolarità in maniera esponenziale. Rispetto al 2012, infatti, gli italiani che hanno usato internet come strumento per fare acquisti è aumentato dell’8%, mentre il 34% dei cittadini del Belpaese ha fatto almeno un acquisto online.