Prima ancora di preoccuparsi dei prezzi dei saldi invernali, sarebbe opportuno preoccuparsi dello strumento con il quale effettuiamo quotidianamente i nostri acquisti. Mettere a confronto i servizi dei diversi istituti di credito, informarsi su CartaSì, valutare i prodotti di MasterCard o di Visa, sono le prime e principali azioni da compiere se si vuole risparmiare davvero.

Allo stesso modo, se si ha intenzione di fruire delle promozioni degli store virtuali, è utile informarsi sugli strumenti finanziari più adatti. È sufficiente, ad esempio, mettere Postepay a confronto con le altre carte prepagate o documentarsi su PayPal e sugli altri metodi di pagamento online per essere certi di effettuare un acquisto sicuro lontani da truffe e in completa tutela della propria privacy.

Se si acquista in negozio, invece, si consiglia di spendere una giornata di ricognizione prima dell'inizio dei saldi invernali in modo da individuare i prodotti e i capi preferiti nonché i loro prezzi "pieni". In questo modo sarà poi possibile constatare con immediatezza il risparmio effettivo, la maggiore o minore convenienza della promozione e quanto il prezzo sia realmente ribassato.

Un altro accorgimento riguarda la valutazione dei prezzi sul momento. I saldi invernali consentono la possibilità di diverse percentuali di ribasso ed è quindi possibile trovare quello che ci interessa al 30% in un negozio e al 70% in un altro. Occorre dunque confrontare più rivendite prima dell'acquisto e verificare l'integrità del prodotto specie se scontato oltre il 50%.

Riguardo alle caratteristiche del prodotto poi, sebbene esse dovrebbero essere valutate anche al di fuori dei saldi invernali in occasione di ogni acquisto, è importante tenere conto del fatto che un prezzo scontato può derivare da una scarsa qualità del prodotto. In questo senso è bene verificare la composizione dei tessuti, chiederne la provenienza e le modalità di lavaggio e diffidare di una completa disposizione di taglie e colori, che definiscono principalmente merce nuova venduta a un prezzo scontato spesso fittizio.

Da ultimo, poiché così come al di fuori delle vendite promozionali è diritto del consumatore rendere un prodotto quando danneggiato, anche durante i saldi invernali è possibile avvalersi della restituzione. Quando difettoso, dunque, il prodotto deve essere cambiato dal commerciante anche contro ogni ipotetico cartello che avvisa "non si effettuano cambi".