Il bancomat, per mettere in chiaro la cosa una volta per tutte, è una carta di debito, ovvero uno strumento grazie al quale possiamo pagare solo se abbiamo effettivamente una disponibilità finanziaria sul conto corrente. La carta di credito, invece, permette il pagamento “a credito”, ovvero la banca anticipa il denaro al momento della transazione, e l’importo pagato viene detratto dal proprio conto solo alla fine del mese. Per capire qual è il supporto elettronico di pagamento di cui si ha bisogno, si possono mettere le carte di credito presenti sul mercato a confronto, e selezionare quella che si ritiene più idonea alle proprie esigenze.

Decidendo poi di informarsi su Visa e i suoi prodotti, su PostePay, American Express, CartaSi e via dicendo, si potranno fare acquisti in tutta serenità. E dal momento che abbiamo chiarito la principale differenza tra carta di debito (ovvero il bancomat) e carta di credito, possiamo capire quale tipo di acquisti ognuna delle due carte ci permette di fare.

Attenti alle mani bucate

Prima, però, cerchiamo di riflettere su un fattore ben più importante: se siamo gli orgogliosi possessori di una carta di credito e di un bancomat (la prima può avere dei costi di mantenimento, il secondo generalmente è gratuito) dobbiamo cercare di non avere le mani bucate. Perché se finiamo il credito disponibile sul bancomat, potremmo essere tentati di mettere mano alla carta di credito, perché tanto i soldi ce li anticipa la banca e a fine mese ci arriva lo stipendio. Sarebbe meglio non farlo.

Scegliere la carta in base allo stile di vita

La scelta, poi, di avere una carta di credito oltre ad un bancomat dipende molto anche dal proprio stile di vita. Con bancomat e carta di credito si possono fare acquisti nei negozi, ma anche online, con delle eccezioni. Su alcuni siti web non è possibile pagare con il bancomat. In ogni caso, per pagare online con il proprio bancomat, bisogna prima attivare il servizio presso la propria filiale.

Per i pagamenti a rate è necessario possedere una carta di credito, così come se si è degli assidui viaggiatori che necessitano di noleggiare automobili spesso: all’estero non si può usare il bancomat per questo tipo di transazioni. Idem per le crociere: a bordo di una nave non si può pagare con il bancomat.

Uno dei vantaggi del bancomat, che spesso le carte di credito non permettono, è l’assenza di commissioni quando si devono prelevare dei contanti. In tutta l’Unione Europea. Le condizioni variano da banca a banca, per cui può capitare che le commissioni sul bancomat siano previste in caso di prelievo presso un’ATM di un istituto diverso dal proprio.