Per il momento dobbiamo continuare ad andare in giro con il nostro vecchio portafogli, che ha delle comode taschine dove inserire le nostre (spesso numerose) carte di credito. Ma arriverà il giorno in cui tutto questo non sarà più necessario, e potremo usare metodi alternativi che ci permetteranno di alleggerire borse e tasche, come è emerso dal CES di Las Vegas di quest’anno. Per adesso, però, possiamo tranquillamente selezionare con cura le carte di credito che utilizziamo informandoci su American Express, Visa, CartaSi e sui circuiti esistenti e scegliendo il prodotto più adatto alle nostre esigenze.

Se vogliamo capire una volta per tutte che cos’è una carta prepagata e in cosa si differenzia da una carta di credito, è meglio che lo facciamo prima di prendere una decisione. Vediamo il CES di Las Vegas cosa ha svelato, e quali saranno nel prossimo futuro le alternative di pagamento elettronico, che di base vedono come canale principale lo smartphone.

Loop Pay, ad esempio, ci permette, strisciando tutte le carte che si possiedono in un apposito lettore, di trasferire i dati delle carte sullo smartphone. Al momento del pagamento, basta appoggiare il LoopPay al lettore di carte. Lo strumento è compatibile con tutti i POS già esistenti e mantiene registrati i dati per pochi secondi. Per cui in caso di perdita non ci sono problemi. Wocket Smart Wallet permette di avere tante carte di credito in una: riscrivendo la banda magnetica di ogni carta su un solo dispositivo, che resiste a numerose riscritture, possiamo dire addio alle nostre vecchie carte di credito.

Hypr-3 è un sistema di pagamento a riconoscimento personale basato sulla scansione delle impronte digitali, che vengono usate come chiave per crittografare le informazioni. Le operazioni di addebito vengono fatte nel cloud, per cui i dati personali e sensibili sono sempre al sicuro. Hypr-3 permette anche di fare pagamenti tramite bitcoin e funziona con uno sticker da attaccare sul retro del proprio smartphone. In caso di smarrimento è impossibile da aprire per ottenere le informazioni in esso contenute.

Se si preferisce mantenere il contatto fisico con le proprie carte di credito, invece, esiste l’iWallet, una piccola cassetta di sicurezza portatile per carte di credito realizzata in carbonio, fibra di vetro o policarbonato: è a chiusura ermetica e si apre solo tramite impronte digitali o collegamento bluetooth con l’app dedicata. Quado l’iWallet si allontana troppo dallo smartphone, un allarme ci avverte del possibile furto (o di una semplice dimenticanza).