L'abitudine di acquistare con moneta virtuale è sempre più diffusa in Italia come in Europa. Sempre di più, quindi, sono gli utenti della rete che mettono i prodotti Visa a confronto con quelli Mastercard o American Express per acquistare la carta di credito o di debito più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze.

Aumentano, parallelamente anche gli e-shopper, cioè i consumatori che preferiscono spendere online tramite mobile o pc, sugli e-store dei brand più noti o sui portali d'acquisto come eBay o Amazon, e che informandosi su PayPal o Paysafecard vanno alla ricerca dei metodi di pagamento più sicuri in rete.

Ma non tutti i cittadini europei effettuano i loro pagamenti online nello stesso modo. Come rileva un recente report di Ystats relativo al secondo semestre del 2014, infatti, se la moneta virtuale domina le zone occidentali, l'Europa orientale è invece più propensa al pagamento in contante alla consegna o a metodi comunque alternativi alla carta di credito.

Ciò avviene per esempio in Russia, dove il denaro contante, ormai accettato anche da PayPal, resta l'opzione preferita per i pagamenti online. Non altrettanto utilizzati, ma molto rilevanti in queste zone anche i bonifici tramite Internet banking, o i pagamenti via terminale, o ancora le società di e-wallet, come Qiwi o Yandex Money.

Quella della Russia e dei paesi dell'Est è però più che altro una controtendenza. Il mercato virtuale più grande d'Europa, cioè quello del Regno Unito è infatti dominato, per i pagamenti online, dall'uso delle carte di credito o debito. Un quarto degli utenti, inoltre, si dedica allo shopping online dai dispositivi mobile contribuendo sempre più allo sviluppo del mobile payment.

Lo stesso vale per la Germania dove proprio PayPal è stato, nel secondo semestre del 2014, il metodo di acquisto preferito per la rete e dove si rileva una forte crescita dei pagamenti online da dispositivi mobile. Trend positivo anche per le strutture del mobile payment francese, nonostante un'adozione lenta degli strumenti da parte dei consumatori.

Pagamenti online con carta di credito dominanti anche nei mercati di Italia e Spagna e, in generale, nell'Europa Occidentale. Eccezioni specifiche nei Paesi Bassi, dove metà degli acquirenti della rete si affidano a iDEAL, il sistema bancario locale, e in Svezia dove alla carta di credito prevale il classico pagamento contro fattura.