Quando si sceglie di acquistare un prodotto bancario è sempre bene pensare al risparmio mettendo le carte di Visa a confronto con quelle di Mastercard o American Express, ma anche tenere in considerazione il problema della sicurezza.

Per salvaguardare la carta di credito, il proprio denaro e la propria privacy, specie se di frequente ci si dedica agli acquisti online, è opportuno informarsi su PayPal o su altri simili servizi di tutela forniti da vari istituti bancari e non.

Se si acquista prevalentemente nei negozi tradizionali, le possibilità di cadere in qualche truffa sono sicuramente ridotte seppur sempre in agguato. Federconsumatori lancia anzi, un allarme carte prepagate per mettere in guardia i consumatori.

Sembrerebbe infatti che queste siano il prodotto meno sicuro tra tutti quelli resi disponibili dalle banche poiché, come spiega il presidente Gianmario Mocera, "a differenza dei normali bancomat e carte di credito non permette di individuare con certezza il truffatore che ha rubato il nostro contenuto monetario".

Con il lancio dell'allarme carte prepagate, il presidente di Federconsumatori consiglia, quindi, agli utenti di questo tipo di prodotti, di non ricaricare la tessera oltre la quantità necessaria alla spesa imminente, in modo da evitare rischi di ogni tipo.

Diversamente dalle carte "legate ai nostri conti correnti, quindi tracciabili e coperte da un circuito informatico importante e completamente assicurate e con la possibilità di eventuali rimborsi", infatti, le prepagate come ad esempio Postepay non permettono in alcun modo di recuperare il denaro truffato.

"Un'ingiustizia" come la qualifica Mocera, "perché stiamo parlando di uno strumento importante che dovrebbe essere coperto da tutele nei confronti del consumatore" e che, d'altronde è tra i più usati in Italia.

Per fronteggiare l'allarme carte prepagate, inoltre, il presidente consiglia, nel caso si sia caduti vittime di una frode di questo tipo, di rivolgersi direttamente o tramite associazioni all'Arbitro Bancario Italiano che permette una via stragiudiziale di risoluzione del caso.