La crescita dell'e-commerce in Italia sembra inarrestabile e interessa, in special modo la compravendita al dettaglio. Vale dunque la pena, in quanto consumatori, mettere le carte di credito più vantaggiose a confronto per trovare quella più adatta ai pagamenti online e cominciare, così, il proprio shopping virtuale.

Decisivo a questo proposito è, per esempio, informarsi su PayPal, sui servizi e sulle agevolazioni relativi alla sicurezza che una prepagata offre a tutti gli e-shopper già abituati a questo nuovo modo di spendere, ma anche a chi muove proprio ora i primi passi oltre la nuova frontiera del commercio.

Proprio di nuova frontiera possiamo parlare, infatti, poiché, come dimostrano i dati, +17% per le vendite effettuate da siti nazionali e +16% per gli acquisti di clienti italiani, con una crescita del valore del mercato online dal 2,6 al 3,5% sul totale delle vendite retail, la crescita dell'e-commerce non sembra arrestarsi nemmeno in tempo di crisi.

Anzi, il mercato della compravendita online, vivacissimo nei settori dell'editoria, dal 4 al 7%, dell'informatica, dal 7,5 al 10,5%, e dell'abbigliamento, dal 2,9 al 4%, si assesta su valori elevatissimi pari a 13,3 miliardi di euro per il sold out e a 14,6 miliardi di euro per quanto riguarda gli acquisti.

A confermare poi la tendenza dei consumatori al dettaglio a trasferirsi sulla rete è un dato relativo alle vendite via smartphone, che registrano un esorbitante incremento del 100% nel 2014 superando gli 1,2 miliardi di euro e aggiudicandosi il 9% del totale dell'e-commerce. Se si aggiungono, poi, gli acquisti da tablet, ecco che le vendite in mobilità raggiungono addirittura il 20% del totale del commercio online.

Gli e-shopper italiani, d'altronde, sono sempre di più e superano, considerando l'ultimo anno, i 16 milioni di utenti con una spesa media annua, al passo con il trend europeo, di circa 1.000 euro. Di questi acquirenti online, circa 10 milioni possono dirsi clienti abituali poiché generano con la loro carta di credito o prepagata almeno il 90% del valore del mercato.

Per gli altri 6 milioni di utenti, acquirenti sporadici, ci si aspetta a breve, vista l'inarrestabile crescita dell'e-commerce, un allineamento, che coinvolga in sinergia dispositivi mobile e carte di credito per spese e consumi sempre più veloci e alla portata di mano.