Ormai è tempo di pensare alle vacanze estive e in molti hanno già iniziato a prenotare voli e alberghi per mete lontane, magari acquistando tutto via Internet per sfruttare i vantaggi dell'ecommerce. Mettere i prodotti di Visa a confronto con quelli di MasterCard o altri operatori aiuta a scegliere la carta di credito più conveniente per cominciare subito a programmare le ferie.

Particolarmente utile sarebbe trovare la prepagata più vantaggiosa per effettuare acquisti online, poiché non essendo collegata ad alcun conto rende più sicuri i pagamenti tramite la rete. Spesso, chi organizza viaggi e trasferte lo fa con largo anticipo rispetto alla data di partenza, per risparmiare sul prezzo dei biglietti.

Uno studio di tre economisti italiani, però, sfata questo mito, almeno per i viaggi in aereo: meglio prenderli una decina di giorni prima della data di imbarco. La ricerca si è occupata di individuare l'algoritmo alla base dei sistemi di attribuzione dei prezzi di due compagnie low cost tra le più famose, ovvero EasyJet e Ryanair.

Tramite uno spider, ovvero un software che scansiona i contenuti delle pagine delle compagnie, i tre ricercatori hanno scoperto che i prezzi dei biglietti a partire da una settantina di giorni dal volo diminuiscono gradualmente e molto lentamente, fino a risultare molto più economici solo a 10 giorni dalla partenza.

Gli ultimissimi giorni prima, invece, i prezzi aumento con velocità. È stato possibile tracciare questo andamento a "U" poiché lo spider finge di acquistare dei pacchetti di biglietti (prima cinque tutti insieme, poi quattro, poi tre, eccetera) registrando così la risposta e i vari prezzi dati dal sito.

In questo modo, oltre al fatto che i prezzi varino in base al numero di posti disponibili e al periodo d'acquisto, è stato possibile individuare anche le diverse strategie delle compagnie: Ryanair, ad esempio, aumenta il prezzo dei biglietti in maniera inversamente proporzionale al numero di posti rimasti liberi sul volo. L'ultimo posto disponibile costa di più, il penultimo un po' di meno e così via.

Però, nel caso in cui si decida di acquistare gli ultimi posti disponibili tutti insieme, con un'unica transazione dal sito, Ryanair applica a tutti questi il prezzo che avrebbe l'ultimo biglietto rimasto disponibile, quindi conviene comprare ogni biglietto singolarmente.

La ricerca svela quindi preziosi "trucchetti" per risparmiare sui low cost, anche se il comportamento di questi algoritmi si applica soltanto generalmente: infatti, il prezzario dei biglietti cambia soprattutto a seconda della destinazione e del numero di prenotazioni attese.