Se le banconote stanno sparendo è anche colpa della diffusione della moneta "di plastica". Sempre più persone infatti preferiscono, per effettuare acquisti,scegliere una carta di credito vantaggiosa magari a zero spese.

Con la diffusione dell'e-commerce, però, è aumentata anche l'informazione e la sensibilizzazione sui rischi connessi allo shopping online: confrontare la Postepay con altre tipologie di carte aiuta a scegliere una prepagata adatta a effettuare acquisti sul web in tutta sicurezza, poiché non è necessario collegarla ad un conto corrente.

Il sito di e-commerce Vente-priveeha realizzato un'indagine sui comportamenti d'acquisto della sua clientela europea e ha scoperto che il 56% del campione effettua abitualmente sul web spese per la casa. Sono soprattutto i tedeschi a fare più shopping online per oggetti di design e d'arredo, ma in generale è una "preferenza" riscontrata in tutta l'Europa del Nord.

Gli spagnoli sono i meno abituati a fare questo tipo di acquisti in rete (- 11 punti rispetto alla media europea), ma sono anche gli utenti che insieme alla fetta di clientela francesesono più aperti a rinnovare spesso gli appartamenti e seguono di più la moda e le tendenze: si stabiliscono infatti tra il 33% e il 34% dell'utenza totale contro il 19% dei tedeschi.

E gli italiani? Solo il 25% del campione usa lo shopping online per assicurarsi di avere in casa un oggetto di design all'ultima moda e si dimostrano più conservatori. A differenza della tendenza europea, infatti, l'eShopper tricolore preferisce acquistare online oggetti mirati e prestando più attenzione all'estetica, forse per questo ri-comprano sul web anche mobili che già possedevano.

L'indagine, inoltre, ha evidenziato come siano soprattutto i giovani uomini tra i 18 e i 34 anni a effettuare acquisti online in fatto di arredamento e come, in generale, chi acquisti anche online sia più propenso a cambiare spesso l'arredamento della propria abitazione rispetto a chi acquista solo offline.

Piccola curiosità cromatica: gli europei preferiscono il bianco, infatti il 32% del campione lo utilizza come colore principe in 9 stanze su 10. Beige e grigio si piazzano rispettivamente al secondo e al terzo posto, ma solo per salotto e sala da pranzo il primo e ingresso e stanza degli ospiti il secondo. Nei bagni, invece, la scelta vincente è l'azzurro.