Impossibile non inchinarsi alla comodità di utilizzare la nostra carta di credito del circuito di pagamento America Express, CartaSi, MasterCard o Visa online. In un attimo il prodotto verrà pagato, con una minima commissione, e ci sarà spedito a casa in pochi giorni, senza doversi muovere dal proprio pc o senza staccare gli occhi dallo smartphone.

E questo ovviamente non vale soltanto per le carte di credito tradizionali ma potranno usufruire degli stessi vantaggi anche coloro che hanno deciso di scegliere una carta prepagata per i propri acquisti online. Un sistema rischioso solo per il fatto di essere troppo comodo: invita a spendere e questo non è mai una cosa positiva.

La domanda che ci poniamo è però la seguente: sarebbe possibile trovare un metodo più comodo della carta di credito? Sembra proprio che Amazon e Twitter l'abbiano inventato: i consumatori, infatti, potranno fare acquisti sullo store di Amazon, semplicemente con un tweet, senza neppure lasciare il social network, soltanto inserendo un hashtag.

Battezzata come #AmazonCart negli Usa e #AmazonBasket nel Regno Unito, gli unici due Paesi dove finora il servizio è stato reso disponibile, il sistema semplicemente unisce gli account di Twitter e Amazon. Ma come funziona esattamente? Rispondendo a un tweet con un link a un prodotto su Amazon.com, sarà sufficiente che il cliente aggiunga al proprio commento un tweet seguito dall'hashtag #AmazonCart o #AmazonBasket per ritrovare quel bene nel proprio carrello su Amazon.

«Aggiungilo ora, compralo più tardi» è lo slogan con cui Amazon ha presentato in un video la nuova possibilità di interazione con Twitter. Questo sistema innovativo, possiamo immaginare presto "copiato" anche da Facebook, permetterà ad Amazon e ai suoi venditori di avere una nuova piattaforma per presentare i prodotti, oltre a condurre all'interno del suo store online i milioni di iscritti al social network.

L'integrazione tra i due colossi, ben più limitata di quella da poco presentata, esisteva già da quando Amazon aveva iniziato a indicare sul profilo Twitter di un utente, previa approvazione dello stesso, quali acquisti questo aveva compiuto sullo store online. Le possibilità offerte da questo sistema dal punto di vista promozionale, inoltre, possono essere veramente ampie, se si pensa alla facilitazione per l'utente.