Ormai, il numero degli eShoppers cresce esponenzialmente al numero di attività commerciali che creano una versione "virtuale" del proprio negozio o che nascono per inquadrarsi direttamente nella realtà di internet. Ed è estremamente facile entrare a far parte della categoria: basta munirsi della carta prepagata o di credito più conveniente alle nostre esigenze, su circuito di pagamento Visa o MasterCard, e in pochi click effettuare i primi acquisti.

In Italia si registra un boom incredibile di acquisti sul web, soprattutto nel settore moda e arredamento: forse è merito della facilità dell'intera operazione, della comodità di ricevere i nostri beni direttamente a casa e ancora della facilità nel richiedere una prepagata per gli acquisti online nel caso in cui non ne avessimo già una. Per lo shopping sul web, infatti, lo strumento di pagamento più sicuro sono proprio le carte prepagate, che, non essendo collegate al conto corrente del proprietario, limitano fortemente il rischio di truffe.

Human Highway ha realizzato per Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, un'indagine in occasione del Digital Fashion & Design, che per la prima volta prende in considerazione il commercio online nel campo dell'arredamento e della moda.

E i dati che ne emergono sono impressionanti: durante l'ultimo shopping natalizio, con un costante trand di crescita, il volume degli acquisti online per i prodotti moda è aumentato dell'80%, arrivando a fatturare tra gennaio e febbraio 73 milioni di euro.

Gli acquirenti digitali nel settore fashion hanno raggiungo gli oltre 3,3 milioni, con minime percentuali di chi compie pochi acquisti (1,7%) e un significativo 22,8% che viene promosso invece ad eShopper abituale. In un anno, la crescita totale di utenti è stata del 42% solo per i prodotti di moda, che collezionano così un totale di più di 11 milioni di consumatori che almeno una volta hanno comprato una maglietta o una borsa o un accessorio sul web.

Ma quello del Fashion non è il solo settore fortunato: gli eShoppers di prodotti di arredamento e di design registrano lo stesso successo, con la differenza aggiuntiva che questo è un tipo di articolo in cui l'utente spende di più, ovvero mediamente 140 euro (80 euro lo scontrino medio di un eShopper di moda).

Roberto Liscia, presidente di Netcomm, spiega che l'improvvisa impennata dell'e-commerce in questi settori potrebbe essere dovuta probabilmente al fatto che i consumatori vanno sempre più spesso alla ricerca su internet dei prezzi più vantaggiosi per i beni che desiderano acquistare, cosa magari non sempre possibile rivolgendosi ai negozi fisici.