I vantaggi di usare una carta di credito del circuito Visa, di MasterCard o una carta American Express, sono parecchi e non tanto per la tipologia di circuito scelto, quando per la loro caratteristica principale di portafogli di moneta digitale.

Scegliere la migliore carta di credito, infatti, significa aderire ad una specifica forma di consumo che ormai caratterizza il nostro tempo ma che pare gli italiani non apprezzino particolarmente. Parliamo degli acquisti online e del commercio elettronico.

La moneta digitale, infatti, è senza dubbio uno degli strumenti più comodi per i consumatori perché, con poca fatica e molti vantaggi, è possibile effettuare i pagamenti anche se non si dispone di denaro contante o di un negozio fisico.

Il commercio online (e-commerce) fa forza proprio sull'utilizzo di carte di pagamento elettroniche attraverso le quali è possibile effettuare le transazioni di pagamento verso i negozi virtuali. In tutto il mondo questi metodi di pagamento sono sempre più diffusi tranne che in Italia.

In Italia, secondo le ultime ricerche della Cgia di Mestre, ovvero l'Associazione Artigiani Piccole Imprese di Mestre, dicono che solo un italiano su cinque acquista tramite internet e che nel 2013 solo il 20% degli acquisti sono stati fatti su un sito internet durante tutto l'anno.

In Italia quindi, l'e-commerce arretra rispetto all'Europa intera che invece sembra essersi allineata positivamente al trend: in Svezia, nel Regno Unito e nei Paesi Bassi su cinque consumatori, quattro scelgono di compare tramite il web e lo fanno perlopiù per scarpe, telefonini, abiti e adesso anche per comprare il cibo.

L'Italia si posiziona decima tra i paesi dell'UE e finisce dritta sotto la media europea: il dato stranisce se si pensa che online i prezzi si riducono e che un consumatore potrebbe perfino risparmiare su uno stesso prodotto comprato fisicamente al negozio.

La questione infatti, riguarda più che altro la mentalità degli italiani. I primi commenti arrivano proprio dalla Cgia: "Purtroppo la poca dimestichezza degli italiani con il computer e la forte diffusione dell'uso del contante non aiutano la diffusione di questo commercio": si pensi, per esempio, che 15 milioni di italiani hanno preferito non aderire ad un conto in banca per conservare e gestire il loro denaro.

"Nessun altro Paese in Europa conta un numero così elevato di cittadini che non possiede un conto corrente in banca", commentano dall'associazione degli artigiani.