I pagamenti elettronici sono sicuramente una comodità per molti consumatori che possono godere di beni e servizi acquistandoli direttamente online. Oltretutto le carte di pagamento appoggiate al circuito Visa e a quello MasterCard, sono sempre più numerose e vengono realizzate seguendo diverse esigenze di consumo.

Gli istituti di credito offrono la possibilità di scegliere la carta di credito più vantaggiosa per le nostre abitudini di consumo e cercano di tutelarci in caso di smarrimento o di clonazione della stessa. A volte però, le transazioni di pagamento online non sono sicure ed è bene considerare alcuni rimedi che ci tutelino in tal senso.

Un esempio è dato dal sistema di pagamento PayPal che permette di mettere in sicurezza i nostri dati al momento della transazione online: in pratica, iscrivendosi al sito di PayPal si entra a far parte di una rete in cui i dati della nostra carta di credito vengono protetti, perché oscurati al momento della transazione del denaro verso il destinatario.

Oltre alla sicurezza, PayPal offre un sistema comodo perché permette di associare al proprio conto (che sarà creato sulla piattaforma PayPal e che verrà ricaricato a costo zero) fino ad 8 carte diverse, dalle prepagate alle revolving e così via.

I costi per effettuare le operazioni non sono alti e alcuni sono gratuiti: gli acquisti, per esempio, non hanno commissioni mentre ricevere delle somme di denaro sul proprio conto costa 0,35 centesimi di euro più una percentuale sull'importo totale che va dall'1,8 al 3,4%.

Quando i movimenti di denaro sono fatti tra amici o familiari e il saldo rimane quello del conto, non ci sono spese; in caso contrario, invece, la commissione è di 0,35 centesimi e il pagamento della percentuale sull'importo è del 3,4.