Finalmente sono giunte informazioni ufficiali in merito all'obbligo di Pos per professionisti, rinviato al 30 giugno 2014 (anche se non per tutti), nonché sull'AVCPASS obbligatorio, il cui rinvio sancisce l'obbligo di servirsi del sistema di verifiche online dei requisiti per le procedure pubbliche di affidamento a partire dal prossimo primo luglio 2014.

Obbligo Pos per professionisti, il rinvio nel Milleproroghe

Il discusso obbligo di Pos per professionisti e imprese, ovvero l'obbligo di accettare carte di debito, viene posticipato dal primo gennaio al 30 giugno 2014 con un emendamento al Milleproroghe. Per importi superiori ai 30 euro, scrive il MiSE, l'accettazione delle carte di debito diviene obbligatoria, pertanto gli interessati non potranno fare a meno di dotarsi di Pos.

In un decreto da emanarsi entro il prossimo 26 giugno potranno giungere novità riguardanti soglie e livelli di fatturato minimo, nonché eventuali estensioni dell'obbligo per altri strumenti di pagamento.

Attenzione poiché il rinvio dell'obbligo di Pos per professionisti e imprese per alcuni è solo fino al 28 marzo 2014: da tale data fino al 30 giugno 2014 scatterà già l'obbligatorietà, infatti, ma limitatamente ai pagamenti nei confronti di professionisti o imprese con fatturato che sorpassa i 200 mila euro (e sempre per importi maggiori di 30 euro).

Rinvio AVCPASS obbligatorio

Inoltre con un decreto al Milleproroghe è stato decretato anche il rinvio dell'AVCPASS obbligatorio di 6 mesi, ovvero dal primo gennaio al primo luglio 2014. In seguito ai problemi denunciati dall'Ance e dall'Anci, l'AVCPASS (Authority Virtual Company Passport) per la verifica online dei requisiti in relazione alle gare d'appalto, diventerà quindi obbligatorio solo a partire dall'inizio di luglio.