Utilizzare la moneta digitale è una comodità che molti consumatori si prendono scegliendo una carta di credito del circuito di pagamento Visa, MasterCard o American Express: la differenza tra i circuiti non è molta e adesso le banche offrono soluzioni molto vantaggiose per chi sceglie una carta abbinata al conto corrente.

Ad ogni modo, scegliere la carta di credito più conveniente per le proprie esigenze è sempre più facile ed è bene tenere presente le caratteristiche della carta che scegliamo per ottimizzare al meglio questa risorsa finanziaria.

Le carte di credito sono sempre più utilizzate anche per gli acquisti online ed è da questi che provengono la maggior parte delle frodi a discapito dei consumatori: la recente denuncia della Banca centrale D'Europa, infatti, ha reso noto che le transazioni online per i pagamenti elettronici sono sempre più a rischio.

Le frodi sono aumentate e pare che, in media, sparisca 1 euro ogni 100 spesi e che questo accada perlopiù con le carte di credito, di meno con i bancomat che risultano essere più sicuri. I paesi meno affidabili sotto questo punto di vista sono la Francia, il Regno Unito e il Lussemburgo.

Dal 2008, infatti, per la prima volta nel 2012 si è riscontrato un aumento del 14,8% delle frodi sulle carte di credito che hanno raggiunto un valore complessivo di 1,33 miliardi di euro: a conti fatti, ogni 2.635 euro spesi online con una carta di credito, la frode subita è di 1 euro.

Ovviamente quello che chiede l'Eurotower è un maggiore controllo delle compagnie sulla sicurezza delle transazioni proprio per il fatto che queste continuano a crescere esponenzialmente.

Se si confronta il 2012 con il 2011, l'euro truffato rappresenta un incremento dallo 0,036% allo 0,038% su un totale dei 3.500 miliardi di euro effettuati con le transazioni online.

Come ha commentato il vice presidente della Bce Victor Constancio,"Questi dati dimostrano che dobbiamo restare vigili contro le frodi attraverso le carte di pagamento. Ma d'altra parte è rassicurante vedere che i livelli di truffa sono inferiori all'interno del circuito Sepa, di quanto non lo siano al di fuori, grazie a standard di sicurezza più elevati".

In generale, infatti, rispetto al 2008 il valore totale delle frodi è sceso del 9,3% contemporaneamente ad un aumento del 17% delle transazioni online.