Buone notizie sul fronte dei pagamenti elettronici. Gli italiani, infatti, dimostrano di apprezzare le novità del mercato e utilizzano molto spesso i canali online per effettuare acquisti o prenotare viaggi. I consumatori, oggi, possono scegliere una carta American Express oppure Visa o anche MasterCard, ma molti di loro preferiscono puntare su servizi più innovativi come la tecnologia NFC per gli smartphone.

A dirlo l'ultimo studio dell'Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano, secondo il quale il valore dei pagamenti è triplicato grazie ai servizi mobile. L'e-commerce, quindi, sembra finalmente spiccare il volo in Italia, anche se ancora l'86% delle transazioni economiche è fatto in contanti. Crescono comunque anche i pagamenti con le tradizionali carte elettroniche su circuito di credito MasterCard o Visa che coprono il 92% circa del mercato.

Le politiche di riduzione dei costi di commissione dei pagamenti elettronici con carte di credito e bancomat, quindi, sembra abbiano sortito un buon effetto su spese e consumi che si sono direzionati soprattutto verso i canali digitali. Con le nuove norme sulla pubblica amministrazione e l'obbligo di Pos per i professionisti, poi, il pagamento con moneta elettronica sarà ancora più incentivato.

Ma cosa comprano gli italiani con la moneta elettronica e su internet? Il settore di maggior attrazione per i consumatori sembra quello dei viaggi, con la prenotazione online di voli, treni e navi al top della classifica. Le motivazioni? Ovviamente la comodità del "fai da te" domestico (senza dover per forza passare in agenzia viaggi) e ovviamente anche il risparmio.

Sul web, infatti, si possono trovare numerose offerte e promozioni con piattaforme di e-commerce che tagliano i costi dell'intermediazione fisica. Ormai tutti conoscono eBay e Amazon, ma nuovi mercati online nascono e crescono ogni giorno per proporre ai consumatori prezzi sempre più convenienti. Un po' di attenzione, quando si acquista online, è d'obbligo, ma a tutela dei clienti ci sono le autorità del mercato e della concorrenza e le associazioni dei consumatori.