Le comunicazioni rilevati ai fini Iva effettuate con moneta elettronica, ovverosia con le carte di credito e le carte di debito, hanno trovato la proroga da parte dell'Agenzia delle Entrate. Rispetto alla scadenza prevista per il 12 novembre del 2013, infatti, la proroga per il nuovo spesometro prevede ora come termine ultimo di comunicazione il 31 gennaio del 2014.

Ne dà notizia con un comunicato ufficiale proprio l'Amministrazione finanziaria dello Stato nel precisare in particolare che la finestra temporale è stata allargata tenendo conto delle difficoltà incontrate dagli operatori.

Le operazioni che sono rilevanti ai fini Iva, e che richiedono un'apposita comunicazione all'Anagrafe tributaria, sono quelle che, per un importo pari ad almeno 3.600 euro, sono state effettuate con carte di credito, Bancomat e carte prepagate.

Contestualmente, in base ad un provvedimento che è stato già approvato dal Direttore dell'Agenzia delle Entrate, il Fisco lascerà attivo per le comunicazioni, sempre fino alla data del 31 gennaio del 2014, il canale telematico Entratel anche al fine di invii di file che possono andare ad annullare quelli che sono stati inviati in precedenza.

Lo stesso dicasi anche per il Sistema di Interscambio Dati (Sid) per il quale saranno ritenuti validi gli invii di file sempre fino alla data del 31 gennaio del 2014 tenendo anche in questo caso conto del fatto che sono state riscontrate delle difficoltà nell'interscambio dei flussi.