Social Card 2013 è una carta sociale sperimentale disponibile attualmente in 12 comuni. Si tratta di un bonus predisposto dal governo per le famiglie meno abbienti, che possono beneficiare fino a 400 euro al mese.

I 12 Comuni attualmente coinvolti, nei quali sarà possibile richiedere il bonus sono: Bari, Bologna,Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona. Nel prossimo anno il governo ha annunciato che coinvolgerà anche tutto il Meridione.

Come richiedere la Social Card 2013

Per beneficiare del sostegno economico sancito dal governo, è sufficiente presentare domanda al proprio Comune di residenza e rispettare i seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano, o comunitario con diritto di soggiorno;
  • residente in uno dei 12 comuni da almeno 1 anno;
  • reddito ISEE inferiore a 3000 euro;
  • patrimonio mobiliare non superiore agli 8000 euro;
  • valore complessivo di altri trattamenti economici in godimento, di natura previdenziale, indennitaria, assistenziale, non superiore a 600 euro mensili;
  • i componenti del nucleo familiare non devono avere in possesso auto immatricolate nei 12 mesi antecedenti la richiesta, o auto di cilindrata superiore a 1.300 cc, o moto con cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti alla richiesta;

A poter beneficiare in pieno del bonus, inoltre dovranno essere rispettati alcuni requisiti fondamentali di caratteristica familiare: nel nucleo familiare deve essere presente almeno un componente inferiore ai 18 anni, nessun componente deve prestare attività lavorative.

Gli importi erogabili variano a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, si parte dai 231 euro al mese per i nucleo familiari formati da 2 membri fino ad un importo massimo di 404 euro per i nuclei familiari da 5 o più membri.

La domanda va presentata al proprio Comune di appartenenza, dove sarà possibile richiedere ulteriori informazioni sui requisiti necessari per beneficiare del bonus.

La Social Card sperimentale potrà essere sommata a quella di acquisti ordinaria del valore di 40 euro al mese, già disponibile per gli over 65 e under 3.