Dal 1 gennaio 2014 i professionisti dovranno adeguarsi alla nuova norma che si prefigge di combattere l'evasione fiscale mediante i pagamenti esclusivamente tramite POS (Point of Sale). I clienti potranno quindi pagare solo con Bancomat, carta di credito o carta ricaricabile in modo da lasciare traccia della transazione effettuata. L'obbligo era entrato in vigore già a dicembre del 2012 con la pubblicazione del "decreto sviluppo bis" sulla Gazzetta Ufficiale. I pagamenti tramite moneta elettronica "porteranno più trasparenza ai flussi di denaro", ritiene Sergio Moggia, direttore generale del consorzio Bancomat.

E sono in molti a chiedersi quanto costi questa rivoluzione, soprattutto i professionisti interessati: avvocati, medici, medici odontoiatrici, notai, ingeneri, commercialisti, commercianti, ingegneri e in generale tutti i professionisti di ogni ordine e genere. Il costo delle loro parcelle aumenterà?

Sicuramente l'introduzione del pagamento tramite POS comporterà un aumento di spesa per i professionisti che quindi dovranno rientrare nei costi aumentando la parcella dei clienti. In compenso, ne trarranno beneficio banche e Poste, considerato che aumenteranno le richieste di acquisto o affitto e installazione fisica dei POS.

POS per i professionisti e commissioni per le transazioni: i costi a confronto secondo Guida Fisco

Con Unicredit

Unicredit ha pensato ad una tipologia di conto corrente, Package Imprendo, che include sconti sul canone mensile per il noleggio del POS. Così, il POS standard costa 11,42 euro, mentre quello GPRS e CORDLESS sale a 28,53 euro.

I costi normali, invece, salgono di parecchio. Costo di installazione terminale (standard, cordless o GSM): 100 euro, costo mensile: standard 28,50 euro, cordless 40 euro, GSM 51 euro, ADSL su rete nazionale 49, 50 euro, ADSL su rete pubblica 51 euro.

Commissioni percentuali sulle transazioni avvenute con Bancomat: su Unicredit stessa e su altre banche 2,30%, per un minimo di 17 euro al mese. Si aggiunge una Commissione fissa sul transato PagoBancomat di 0,50 centesimi di euro.

Con Banca Intesa

Canone mensile per POS da tavolo su linea analogica: 9 ai 18 euro mensili, su linea ADSL dai 24 ai 29 euro, ADSL senza fili dai 31,90 ai 40 euro. Costo di installazione gratuito, furto o smarrimento 200 euro. Commissione minima per transato Bancomat: minimo 15 euro al mese.

Con Poste Italiane (ai costi va aggiunta l'IVA)

Canone mensile per POS da tavolo: 15 euro, senza fili 21,50 euro, POS collegato ad Internet 25 euro.

Costi commissioni in percentuale rispetto all'importo della parcella: Pagamenti con carta VISA e Mastercard: 1,25% dell'importo, con Carta Maestro: 0,85%, con Bancomat: 0,60%. Carta Maestro propone uno sconto allo 0,60% fino al 30 giugno 2014 per i POS attivati entro il 31 dicembre 2014.

Si prevede che a breve il Ministero dello Sviluppo economico si pronunci meglio sulle esatte modalità di attuazione del nuovo obbligo di utilizzo del POS da parte dei professionisti. In questo modo sarà possibile stabilire importi minimi e termini di pagamento più chiari. In più, l'introduzione di mezzi di pagamento più tecnologici (adatti ai device mobili come gli smartphone) sarebbe al vaglio degli addetti ai lavori.