E' partita a gennaio 2013 la nuova Social Card, la carta acquisti che costituisce un sostegno al reddito pensato per i nuclei familiari che si trovano in una situazione di particolare disagio economico. Il progetto sperimentale ha dapprima coinvolto i 12 Comuni d'Italia con un numero di abitanti superiore a 250.000: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Verona.

Il Decreto Lavoro del 28 giugno 2013 del governo Letta ha, tuttavia, previsto un ampliamento della sperimentazione che, a partire dal 2014, includerà tutti i territori delle regioni del Mezzogiorno. L'INPS, infine, con una nota del 30 luglio 2013, ha indicato tutte le condizioni e i requisiti necessari per poter accedere alla nuova social card.

Ecco, dunque, i requisiti personali e familiari richiesti:

- cittadinanza italiana o comunitaria oppure, qualora cittadino extracomunitario, possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo;

- residenza da almeno 1 anno nel Comune nel quale si presenta la domanda;

- presenza, in famiglia, di almeno un membro di età inferiore a 18 anni;

- precedenza, a parità di condizioni, ai nuclei familiari costituiti da un genitore solo con figli minorenni, alle famiglie con 3 o più figli, ai genitori con figli disabili.

Di seguito le condizioni economiche e lavorative richieste:

- ISEE, in corso di validità, di valore non superiore a 3.000 euro;

- in caso di proprietà dell'immobile di residenza, il valore ai fini ICI non dovrà superare gli 8.000 euro;

- il patrimonio mobiliare, in base all'ISEE, non dovrà essere superiore a 8.000 euro;

- il valore dell'indicatore della situazione patrimoniale non dovrà superare 8.000 euro;

- il valore degli aiuti economici di natura previdenziale dovrà essere inferiore a 600 euro al mese, al momento della presentazione della domanda;

- il nucleo familiare non dovrà possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta, né autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc, né motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei 3 anni precedenti la presentazione della domanda;

- nessun membro del nucleo familiare dovrà svolgere attività lavorativa al momento della presentazione della domanda, inoltre almeno un componente dovrà aver cessato l'attività lavorativa oppure, nei 6 mesi precedenti la presentazione della domanda, dovrà aver percepito un reddito complessivo inferiore a 4.000 euro.

Il valore dell'importo mensile del beneficio è pari a: 231 euro per nuclei familiari composti da 2 componenti; 281 euro per famiglie con 3 membri; 331 euro per 4 componenti; 404 euro per nuclei composti da 5 o più persone.