La carta di credito, nelle sue varie versioni a saldo, prepagata, revolving, così come la carta di debito, cioè il Bancomat (o Postamat per chi ha un conto corrente postale) sono una comodità per chi non vuole portarsi dietro troppo contante, soprattutto in vacanza: ma bisogna sempre stare attenti a truffe e raggiri, che per fortuna sono diminuite in Italia del 3% nel 2012, mettendo il nostro Paese nelle posizioni più alte per quel riguarda la sicurezza di tali prodotti.

C'è però da dire che gli italiani sono più propensi all'uso del contante rispetto al resto degli Europei: se la media UE è pari al 78%, in Italia si paga con banconote e monete il 90% delle operazioni; in ogni caso però le stime internazionali registrano per il Belpaese numeri migliori, sia in senso assoluto che in termini percentuali, rispetto al resto del mondo.

Il pericolo più grande per i pagamenti con carta di credito o Bancomat arriva comunque da internet: le frodi che più sono in aumento riguardano gli acquisti on line da siti esteri e l'acquisto di biglietti aerei; però in Italia la frode su internet risulta meno diffusa proprio perché tendiamo ad usare la carta per i prelievi dagli Atm ed i pagamenti Pos.

Consigli per evitare le truffe su carta di credito e Bancomat

  • Il codice segreto non deve essere scritto e conservato vicino la carta
  • Sempre a disposizione il numero verde per il blocco in caso di furto o altra emergenza
  • Attenzione a non farvi spiare quando digitate il Pin, sia agli sportelli che on line (ovvero fate attenzione a virus e trojan)
  • Richiedete il servizio gratuito di notifica delle operazioni via sms
  • Controllate con precisione le spese ed i prelievi, conservate gli scontrini e gli estratti conto