È in arrivo la Social Card, ovvero la carta prepagata per gli acquisti pensata per dare un sostegno economico alle famiglie economicamente disagiate. La social card può essere usata per acquistare generi alimentari, prodotti farmaceutici, ma anche per pagare le bollette. Al momento la card è attiva nei seguenti comuni: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona. L'attuale Governo Letta, attraverso il Decreto Lavoro, ha deciso di estendere la social card anche in altri comuni. L'esperimento partirà nel 2014 e proseguirà anche nel 2015.

Ecco quali sono i requisiti necessari per ottenere la social card: essere cittadino italiano o comunitario oppure straniero in possesso di permesso di soggiorno, risiedere nel Comune in cui presenta domanda da almeno 1 anno, avere un reddito ISEE, inferiore o uguale a 3.000,00 euro, ai fini ICI il valore dell'abitazione di residenza deve essere inferiore a 30.000,00 euro.

Patrimonio mobiliare inferiore a 8.000,00 euro, valore dell'indicatore della situazione patrimoniale, deve essere inferiore a 8.000,00 euro,il valore complessivo di altri trattamenti economici in godimento, di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale concessi a qualunque titolo dallo Stato o da altre PP. AA. e anche fiscalmente esenti deve essere inferiore a 600 euro mensili. Nessun componente del nucleo familiare deve possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta, o in possesso di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc., o di motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc.immatricolati nei tre anni antecedenti.

Inoltre all'interno del nucleo deve esserci almeno un componente con meno di 18 anni, a parità di condizioni avranno la precedenza i nuclei familiari in condizioni di disagio abitativo, accertato dai servizi sociali del Comune, oppure il nucleo familiare costituito da un solo genitore con figli minorenni, o il nucleo familiare con tre o più figli minorenni o con due figli e in attesa del terzo, o il nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità. Saranno favoriti i nuclei in cui sia maggiore il numero dei figli ed inferiore l'età del figlio più piccolo.

Inoltre nessun componente del nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta e almeno un componente deve aver cessato un rapporto di lavoro, oppure almeno un componente abbia un rapporto di lavoro il cui reddito non sia superiore a euro 4.000,00.

L'INPS provvederà a stilare una graduatoria. L'importo della social card varia in base al numero di componenti del nucleo familiare : 2 membri 231 euro, 3 membri 281 euro, 4 membri 331 euro, 5 o più membri 404 euro. Per ottenere la Social Card bisogna presentare la domanda al proprio Comune di residenza. Colui che presenterà la domanda sarà anche il titolare della card con i modelli da compilare forniti dai Comuni.