Il phishing è una truffa telematica attraverso la quale rischiamo di consegnare nostri dati sensibili, come i codici di carte di credito o conti correnti, nelle mani di ladri informatici. Kaspersky Lab, un'azienda specializzata nella sicurezza informatica, ha pubblicato una ricerca che documenta il forte aumento di casi di phishing lo scorso anno. Gli utenti più colpiti sono quelli della Apple.

Attenzione alla navigazione in internet, tenetevi ben stretti i vostri dati personali e occhio all'utilizzo di smartphone e tablet. Basta una mail truffa per perdere i propri preziosi codici di login per l'utilizzo della carta di credito, che possono finire nei download di ladri informatici pronti a prosciugare i vostri conti. Ma come funziona questa truffa? È possibile difendersi?

I pirati informatici in pratica non fanno altro che creare dei siti fac-simile e inviare delle mail agli utenti con richieste di dati personali. Gli indirizzi mail e gli url dei siti riporteranno la parola Apple all'interno dei campi appropriati quindi sarà difficile riconoscere gli hacker e distinguerli dai siti ufficiali. In ogni caso ci sono diverse spie che ci aiutano a identificare le mail truffa: le mail di Apple arrivano agli utenti nella lingua della loro nazione, ad esempio l'italiano per utenti italiani; inoltre non contengono errori grammaticali o di battitura. Per quanto riguarda i siti sicuri è bene ricordare che i siti ufficiali Apple riportano un url che inizia sempre con www.apple.com/.

Attenzione quindi all'utilizzo che facciamo dei nostri smartphone e tablet, strumenti che usiamo con grande disinvoltura ma che a volte nascondono insidie. Soprattutto se rilasciamo i dati delle nostre carte di credito con troppa facilità. Il consiglio per la maggior sicurezza è di assicurarsi sempre se sia veramente necessario consegnare questi dati sensibili, perché fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, soprattutto quando si tratta di soldi.