Titoli e sottotitoli fanno subito pensare a slogan di noti film fantascientifici in cui, andare nello spazio, è già da lungo tempo una normalità. Ma è quanto sta nascendo anche nella vita reale, dove in molti stanno lavorando a diversi progetti per iniziare la conquista dell'universo conosciuto e sconosciuto. Anche PayPal non vuole probabilmente essere da meno e ha deciso di estendere il suo già alto bacino di utenza terrestre con un nuovo progetto di carta di credito per effettuare pagamenti al di fuori della crosta terrestre: il nuovo servizio è stato denominato Galactic e si rivelerà molto utile soprattutto quando si andrà normalmente in vacanza, fuori dalla terra.

"PayPal Galactic nasce con l'intento di sensibilizzare il pubblico a quello che succederà quando ci saranno migliaia di persone nello spazio", ha detto a Mashable Anuj Nayar, senior director della comunicazione di PayPal.

Mancano ormai pochi mesi al primo volo commerciale organizzato dalla Virgin Galactic, la società fondata da Richard Branson. Il primo albergo nello spazio verrà invece realizzato da una società russa e dovrebbe aprire entro qualche anno. Tutto fa pensare a colonie lunari, viaggi turistici nello spazio o, più in generale, ad una futura vita che dovrebbe avverarsi entro il 2020 con servizi di andata e ritorno dalla terra alla luna: anche lassù avremo bisogno di un modo per pagare quello di cui necessiteremo, qualunque cosa sia.

Proprio per questo, come si legge nell'annuncio ufficiale divulgato da PayPal: "Ecco perché oggi annunciamo la nostra intenzione di rendere PayPal un punto i riferimento per affrontare le sfide presentate da questi nuovi tempi. Siamo la sola compagnia che si è occupata di risolvere il problema dei pagamenti extraplanetari."