E' iniziata a gennaio 2013 la sperimentazione della nuova Social Card, disponibile per il momento in 12 grandi città italiane (Milano, Torino, Verona, Venezia, Bologna, Firenze, Genova, Roma, Napoli, Bari, Palermo, Catania) ma presto potrebbe estendersi al resto d'Italia. La nuova carta acquisti è un ammortizzatore sociale a sostegno delle famiglie che versano in gravi difficoltà economiche, differente dalla vecchia social card 2008 che non viene, tuttavia, rimpiazzata, avendo obiettivi e destinatari diversi.

La vecchia social card aveva un valore di 40 euro mensili ed era destinata alle persone che avevano superato 65 anni e alle famiglie con reddito ISEE non superiore a 6000 euro e figli con età inferiore a 3 anni.

La nuova social card, invece, ha un valore che si differenzia in base alla composizione del nucleo familiare: 231 euro el mese per famiglie composte da 2 persone, 281 euro per 3 persone, 331 euro per 4 persone, 404 euro per 5 o più persone. Il contributo viene erogato bimestralmente dal Comune che ha rilasciato la carta acquisti e si rivolge a cittadini italiani ma anche extracomunitari che siano in possesso di regolare permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Per quanto riguarda i requisiti fondamentali per richiedere il contributo, occorre un ISEE non superiore a 3.000 euro, un valore dell'abitazione inferiore a 30.000 euro ai fini dell'ICI, limiti di tipo reddituale e patrimoniale (per esempio conti correnti e patrimonio mobiliare di valore inferiore a 8.000 euro), limiti sul possesso di auto e moto (nessuna nuova immatricolazione nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda). E' necessario, inoltre, un estremo disagio lavorativo della famiglia, per esempio la disoccupazione di tutti i membri adulti oppure un reddito da lavoro complessivo non superiore a 4.000 euro nei 6 mesi precedenti la presentazione della domanda.

Per la presentazione della richiesta, inoltre, a parità di condizioni, avranno accesso preferenziale alla sperimentazione i nuclei familiari che abbiano almeno uno dei seguenti requisiti: famiglia composta da un solo genitore e da figli minori; famiglia con uno o più figli minori disabili; disagio abitativo; ulteriori criteri eventualmente identificati dai Comuni.

Infine, se uno o più membri del nucleo familiare beneficiano della vecchia social card, potranno ottenere la nuova social card solo nel caso in cui rinuncino ai vantaggi legati alla vecchia carta acquisti.

Per quanto riguarda la presentazione della domanda, la documentazione necessaria può essere reperita direttamente presso i Comuni e la richiesta dovrà essere presentata presso il Comune di residenza rispettando tempistiche e modalità indicate dal Comune stesso.