L'organizzazione di hacker Anonymous ha preso di mira i maggiori circuiti di carte di credito internazionali, in particolare il circuito Mastercard. Il sito di uno dei leader mondiali nel mondo della carte di credito è stato infatti oggetto di un vero e proprio attacco di massa da parte degli hacker dell'organizzazione.

I membri di Anonymous hanno infatti organizzato quello che viene definito un DoS, Denial of Service, che in italiano significa letteralmente rifiuto del servizio. Si tratta di un tipo di attacco che si presenta come un vero e proprio "bombardamento" del sito web. Gli Hacktivisti dell'organizzazione hanno aderito in massa all'iniziativa, organizzata sulla bacheca di 4Chan,un sito imageboard in cui gli utenti postano in maniera anonima.

L'azione era infatti stata preannunciata, ma l'entità del DoS si è rivelata di dimensioni troppo grandi per essere arginata. Il risultato è stato un forte rallentamento del sito di Mastercard, reso praticamente inutilizzabile per molte ore.

L'attacco di Anonymous a Mastercard è solo il primo di una serie di azioni contro i circuiti di carte di credito annunciate dagli hacker. Sembra infatti che il prossimo obiettivo degli attacchi sarà il circuito Visa. A spingere i membri di Anonymous ad azioni di sabotaggio verso Mastercard è affini è stato l'annuncio di Visa, PayPal e Mastercard riguardo Wikileaks: i circuiti hanno infatti sospeso i supporti di pagamento e di finanziamento al sito web ideato da Julian Assange, che ha già annunciato l'intenzione di sporgere denuncia ai titolari delle società per i danni provocati da questa decisione.