In Uruguay esiste un progetto di legge che ha come fine quello di legalizzare il consumo di marijuana. La cosa curiosa, però, sta nel fatto che il governo uruguayano sembra stia pensando, secondo indiscrezioni, a dare la possibilità ai cittadini di acquistare l'erba con una carta di credito: si parla di un limite di acquisto di 40 grammi di stupefacente al mese per un costo masismo di circa 28 euro.

La questione può, certamente, far sorridere ma la liberalizzazione e il prezzo concorrenzianziale della marijuana di Stato, potrebbero infliggere un durissimo colpo alla climita organizzata che nel Paese è molto potente proprio grazie alla produzione e alla commercializzazione di stupefacenti.

Sul quotidiano uruguayano La Republica, Julio Calzada (responsabile della giunta nazionale sugli stupefacenti) ha confermato la volontà statale di creare un ente che gestisca le norme previste dalla legge sugli stupefacenti. Gli altri stati sudamericani guardano con curiosità.