Dalla ricerca, emerge che il motivo fondamentale per cui gli italiani preferiscono la carta di credito rispetto ad altre forme di pagamento, è la comodità della stessa. Ormai, la quasi totalità di negozi ed esercizi commerciali permette il pagamento elettronico.

Altre motivazioni , sono la sicurezza (non dover portare con sé ingenti quantitativi di denaro) e la comodità di poter scegliere se pagare in un'unica soluzione o rateizzare l'acquisto (finanziando l'acquisto). Da ricordare inoltre che gli acquisti effettuati con le carte di credito godono di coperture assicurative con le modalità e i limiti previsti dalle condizioni di polizza reperibili sui siti delle Società emittenti le carte stesse.

Gli intervistati sono inoltre convinti del fatto che gli oneri del sistema di pagamento tramite carta di credito, gravino quasi esclusivamente su consumatori ed esercenti. Un intervento di riduzione sulle commissioni a carico degli esercenti, secondo gli intervistati, potrebbe avere ripercussioni positive anche sui prezzi che gli stessi praticano al consumatore finale. (anche se la percentuale che si dice fermamente convinta che ciò potrebbe accadere non supera il 25%). In tal caso, una quota maggiore di costo sistematico, dovrebbe andare a gravare su coloro che forniscono il servizio, anche se ciò, appare altamente improbabile. E' diffusa la sensazione che, alla fine, sia sempre il consumatore finale a pagare il conto, magari tramite l'incremento della quota associativa annuale.

Se aumentassero i costi delle carta di credito, probabilmente si ricorrerebbe ad altri strumenti di pagamento, come ad esempio gli assegni bancari. Oltre il 50% degli intervistati ritiene che il Governo dovrebbe intervenire con un'apposita legislazione in materia di carte di credito, concentrandosi maggiormente sulla Banche, vere beneficiarie di questo business.

Da rimarcare anche il fatto che, se fosse dimostrato che l'utilizzo del contante è più costoso di quello delle carte di credito, più di un terzo degli intervistati si dice pronto ad incrementare la quota acquisti effettuati con gli strumenti elettronici.

Un ultimo aspetto riguarda l'utilizzo delle carta di credito per pagamenti on-line, in costante aumento in Italia, negli ultimi anni. Da evidenziare che ormai, tutte le Società emittenti di carte di credito, mettono a disposizione dell'utente finale sistemi anti-frode che permettono allo stesso di poter tenere sotto controllo ogni singolo acquisto e di essere informato tramite notifica, ogni qual volta venga utilizzata la carta.

Usate nel modo corretto e con le dovute precauzioni, le carte di credito sono sicuramente un ottimo strumento di gestione della contabilità famigliare. Come in tutte le cose, basta non eccedere.