Ancora una truffa che vede come protagonista del capitale girato su una carta di credito prepagata. Responsabile del raggiro una donna campana. La donna si è fatta accreditare sulla propria carta di credito ricaricabile un acconto del 50% per un robot da cucina "Bimby" che aveva messo in vendita in internet ma che, secondo l'accusa, non ha mai spedito all'acquirente.

Come riporta l'agenzia di stampa Ansa, si tratta di Mariarca Pollice, di 28 anni, di Napoli, che è stata condannata dal giudice del tribunale di Aosta a 9 mesi di reclusione e a 900 euro di multa. Lo scorso anno aveva ricevuto da un acquirente di Courmayeur un acconto di 200 euro per merce che non ha poi mai consegnato.

Si raccomanda, infine, di porre la massima attenzione quando si acquista sul web non solo per quanto riguarda la possibile clonazione delle carte di credito ma anche per quanto concerne l'affidabilità dei siti di vendita e dei venditori.