Una carta di credito per le aziende che investono nell'acquisto di pubblicità online su AdWords: è questa la nuova idea di Google che permetterà al colosso di Mountain View di entrare a far parte a tutti gli effetti del settore creditizio. La finalità del progetto è quella di erogare prestiti attraverso specifiche carte di credito a tasso agevolato a piccole e medie imprese, desiderose di acquistare pubblicità online tramite il sistema di annunci AdWords.

Dopo un primo anno di sperimentazione negli Stati Uniti, che ha dato ottimi risultati, l'azienda ha deciso di allargare l'offerta anche ad altri Paesi, come ad esempio il Regno Unito; in un recente sondaggio, effettuato dal gruppo stesso, il 74% degli intervistati ha affermato di utilizzare l'AdWords Business Credit come forma principale di pagamento delle campagne pubblicitarie acquistate. Le carte di credito, emesse in collaborazione con MasterCard e Barclays, permetteranno di ottenere prestiti che vanno da un minimo di 200 dollari fino ad un massimo di 100mila dollari con tassi di interesse che variano dall' 8,99% all'11,99%.

L'obiettivo, nemmeno troppo nascosto, è quello di potenziare il fatturato derivato dalla vendita degli AdWords che nel 2011 ha raggiunto i 37 miliardi di dollari. L'iniziativa riprende quella messa in atto recentemente da Amazon e inerente l'erogazione di prestiti ai titolari di librerie che decidono di vendere sul sito

L'azienda, però, ha voluto mantenere un'alone di esclusività per quanto riguarda l'utilizzo del servizio che verrà proposto solo ad imprese selezionate: "I clienti idonei riceveranno un invito con ID personalizzato", si legge, infatti, nell'apposita sezione della versione inglese del motore di ricerca