Carta E è la carta di credito di Unicredit che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, aderisce al Fondo Etico per finanziare progetti di solidarietà. Una percentuale delle spese effettuate, ad eccezione degli anticipi di contante, è destinata ad iniziative in favore di soggetti disagiati. Tra i principali progetti finora finanziati vi sono quelli a sostegno delle persone in difficoltà economica, delle organizzazioni Non Profit a livello sia locale che nazionale e in favore della Terza Età.

Quest'anno UniCredit Foundation ha promosso il bando "Strategie di coesione sociale per i giovani" per il finanziamento di progetti di ambito sociale sul territorio nazionale. Il Bando, riservato alle organizzazioni Non profit italiane costituite da almeno tre anni, prevede l'erogazione di 7 premi, del valore di 60.000 euro ciascuno, a favore di progetti finalizzati alla coesione sociale per i giovani. L'iniziativa ha, infatti, come obiettivo quello di favorire l'inclusione dei più giovani nel mondo del lavoro, attraverso interventi di avviamento professionale, inserimento lavorativo e accesso al primo impiego oppure sostenendo l'imprenditorialità dei giovani, incoraggiando e valorizzando le loro inclinazioni, responsabilità e il loro spirito di iniziativa.

Per aderire al progetto è necessario essere in possesso di una Carta E: ad ogni spesa effettuata una percentuale andrà ad incrementare il "Premio UniCredit Carta E" destinato ai progetti vincitori. Dopo la chiusura del Bando, prevista per il prossimo venerdì 22 giugno, un comitato scientifico, composto da membri esterni e interni a UniCredit, insieme a un team di valutatori, sceglierà i 7 migliori progetti che ad ottobre saranno sottoposti al voto di 60.000 dipendenti della Banca. Il progetto chemaggiormente votato vincerà un ulteriore premio di 75.000 euro.