La carta di debito è uno strumento di pagamento assai diffuso e amato dagli italiani. Di norma la carta, comunemente denominata bancomat, viene emessa dall'istituto al momento dell'apertura di un conto corrente. Anche per la carta di debito, come per quella di credito, l'istituto si riserva di valutare la possibilità di emetterla, considerato il rischio che non vi siano fondi sufficienti sul conto del titolare.

La carta di debito consente al titolare di effettuare sia in Italia che all'estero, grazie ai principali circuiti internazionali come Visa e MasterCard, di prelevare dagli sportelli di qualunque banca aderente al circuito e pagare presso gli esercizi dotati di apparecchiature elettroniche. Si ricorda che, di norma, ci sono dei limiti di prelievo prefissati dall'istituto, a seconda del tipo di carta.

Le operazioni di prelievo di contante e di pagamento con carte di debito sono addebitate sul conto corrente del titolare in maniera praticamente immediata rispetto alle transazioni effettuate. Tali operazioni si rifanno direttamente, quindi, alla reale disponibilità finanziaria del titolare in quel preciso momento. Come dire, se spendo 100 euro, tale somma deve essere disponibile immediatamente sul conto corrente. Per effettuare tali operazioni, il titolare deve digitare un codice segreto numerico (PIN) associato alla carta. A questo proposito si consiglia di adottare le precauzioni di sicurezza atte a non divulgare i dati sensibili relativi alla carta di debito: ad esempio, mantenere sempre il numero di pin, separato dalla carta stessa.

Tutte le carte di debito, in genere, prevedono un canone annuo (sempre di importo più basso rispetto a quello delle carte di credito). Si ricorda che non esistono commissioni per l'uso della carta nella funzione di pagamento e che l'utilizzo della carta comporta una serie di oneri quando si preleva contante presso sportelli di banche diverse dall'emittente o per prelievi di valuta all'estero.

In caso di furto o di smarrimento, come avviene per la carte di credito, il cliente ha la facoltà di bloccar l'uso anche del bancomat, generalmente telefonando al numero verde fornito dall'istiuto. Se ci si trova in quest'evenienza è necessario dare immediata comunicazione della perdita della carta .