I pagamenti con carta di credito non piacciono agli stranieri che fanno acquisti nel nostro Paese. Ecco perché il Governo, per non penalizzare il commercio del made in Italy, ha approvato una deroga alla norma sulla tracciabilità dei pagamenti, che consentirà ai cittadini extra comunitari di effettuare pagamenti in contanti anche sopra i mille euro.

Il presidente dell'associazione di Via Montenapoleone di Milano, Guglielmo Miani, esprime "piena soddisfazione per la deroga agli stranieri decisa dal Governo, indispensabile per non scoraggiare il turismo e lo shopping non solo in Via Montenapoleone ma in tutto il Paese". Proprio dall'Associazione della famosa via della moda milanese era partita la proposta di deroga, che mirava ad eliminare un importante ostacolo allo shopping straniero nel nostro Paese. In base a quanto emerso da un sondaggio effettuato dall'Associazione che ha coinvolto 60 associati, in questi mesi, un cliente straniero su tre davanti all'obbligo di pagare con carta di credito si è rifiutato di acquistare. Miani, inoltre, ha sottolineato che "non sono mancate da parte della clientela le esternazioni di disagio per una norma di cui non era a conoscenza e che non era ben comprensibile, dal momento che lo scontrino medio nei negozi di lusso è sopra la soglia dei 1000 euro".

La deroga approvata dal Governo stabilisce che i cittadini extra comunitari non residenti in Italia, in possesso di passaporto regolare, potranno pagare in contanti oltre la cifra di mille euro. La deroga prevede anche che i commercianti fotocopino il passaporto del cliente e depositino i contanti incassati entro due giorni sul proprio conto corrente, consegnando alla banca anche il passaporto fotocopiato. Queste precauzioni sono necessarie per evitare il rischio di riciclaggio del denaro contante.

Il Governo, stabilendo questa eccezione per i pagamenti in contanti effettuati dagli stranieri, sembra aver voluto venire incontro alle richieste dell'associazione lombarda in modo da non penalizzare tutto il settore commerciale della moda, che rappresenta un'attrattiva turistica di grande importanza per il nostro Paese.