Chi possiede una carta di credito nel nostro Paese può stare piuttosto tranquillo. Gli italiani non sarebbero un popolo di "frodatori", almeno per quanto riguarda la clonazione delle carte di credito o l'appropriazione dei dati personali degli utenti che utilizzano strumenti di pagamento elettronici. A tranquillizzare i consumatori italiani che fanno uso della carta di credito sono i dati del Spaf (sistema informatizzato prevenzione amministrativa frodi carte di pagamento) che sono stati esposti qualche giorno fa in occasione del convegno "Contraffazione dell'euro, furto d'identità, frodi internet: come difendersi" che si è tenuto presso l'ateneo d'Annunzio di Pescara.

Secondo questi dati la percentuale delle frodi sulle transazioni con carta di credito che si sono effettuate ne nostro Paese nel 2010, raggiunge lo 0,023%, che corrisponde a circa 60 milioni di euro. A confronto con i numeri di altre nazioni europee si tratta di una percentuale molto bassa: in Gran Bretagna le truffe rappresentano un terzo delle operazioni complessive e in Germania sono addirittura il 50%.

L'indagine statistica che ha visto partecipare docenti universitari, magistrati, rappresentanti delle forze dell'ordine e rappresentanti delle categorie produttive mettono in luce che in Italia il sistema di pagamento con carta di credito possa essere ritenuto piuttosto sicuro. Il vero problema degli italiani, quindi, non è tanto la sicurezza dei pagamenti con carta di credito, quanto il suo basso utilizzo. Secondo i dati della Bce, infatti, ben il 77% delle operazioni che superano i 100 euro in Italia avvengono ancora in contanti.

Un discorso diverso, invece, è da farsi per i Paesi straneri dove non solo si utilizzano di più gli strumenti di pagamento elettronico, ma dove avviene anche il maggior numero di episodi di frodi sui pagamenti con denaro di plastica, Negli Stati Uniti, ad esempio, non è in vigore nessuna norma che regoli la protezione dei pagamenti con carta di credito.

Per chi volesse sentirsi più sicuro, la scelta di una carta prepagata può risultare molto utile, perché permette di avere la comodità della carta di credito, ma nel caso di clonazione o furto non si rischiano di perdere somme elevate perché è autonoma dal conto corrente.