Un emendamento al decreto liberalizzazioni, presentato dai relatori Simona Vicari (Pdl) e Filippo Bubbico (Pd), ha stabilito che non sarà più previsto il pagamento di alcuna commissione per chi effettuerà rifornimenti di carburante per cifre inferiori ai 100 euro, pagando mediante carta di credito o bancomat.

Il decreto liberalizzazioni e gli emendamenti che sono stati presentati ieri in commissione Industria del Senato seguono la strada già intrapresa dal Governo con il decreto Salva-Italia, che ha visto la luce sulle scene del nostro Paese nel mese di dicembre. La tendenza delle scelte governative infatti si è indirizzata verso l'abbattimento dell'uso del contante a favore del cosiddetto "denaro di plastica", ovvero carte di credito e bancomat. La misura contenuta all'interno dell'emendamento è però di natura momentanea. Nel caso in cui l'emendamento fosse approvato, sarebbe comunque valido solo fino alla pubblicazione del decreto che andrà a valutare l'efficacia delle misure definite all'interno del pacchetto liberalizzazioni, le quali puntano a ridurre le commissioni a carico degli esercenti sui pagamenti effettuati mediante l'uso di carte.

A dimostrare come in Italia qualcosa si stia muovendo nella giusta direzione, ovvero quella del "denaro di plastica", è stato approvato anche un altro emendamento che prevede "la gratuità delle spese di apertura e di gestione dei conti correnti di qualunque genere per gli aventi diritto a trattamenti pensionistici fino a 1.500 euro mensili". Questo emendamento fa seguito alla norma sulla tracciabilità dei pagamenti introdotta dal decreto Salva-Italia, che proibisce di effettuare pagamenti in contanti superiori ai 1.000 euro e obbliga tutti coloro che non possiedono già un conto corrente ad aprirne uno. Le banche, in linea con le attuali tendenze, hanno deciso di proporre a questo tipo di clienti anche dei prodotti alternativi ai conti correnti, come le carte-conto: un particolare tipo di carta di pagamento dotata di un codice IBAN, che oltre a permettere normali pagamenti e prelievi, concede l'accredito dello stipendio e della pensione, la domiciliazione delle bollette, l'invio e la ricezione di bonifici.

Chi volesse essere costantemente informato su quelle che sono le offerte presenti sul mercato in fatto di carta di credito, carta prepagata e adesso anche carta-conto, può trovare un valido aiuto nel servizio di confronto e di informazione offerto da SuperMoney, portale leader nella comparazione di prodotti finanziari.