La comodità del "denaro di plastica" si nota soprattutto quando si è in viaggio e non si vogliono portare con sé troppi soldi liquidi. La conferma di questo arriva dai dati diffusi dal rapporto Visa Europe "Mediterranean Rim Tourism Monitor" che, analizzando le abitudini di pagamento dei turisti in sei Paesi dell'area mediterranea, ha evidenziato una crescita dell'utilizzo della carta di credito, soprattutto per chi viaggia al di fuori del proprio Paese.

Secondo questo rapporto, i pagamenti avvenuti con carte di credito del circuito Visa negli ultimi quattro mesi del 2011 nei sei Paesi di riferimento (Francia, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna e Turchia) hanno fatto registrare un incremento del 17,3%, per un totale di spesa che ha toccato i 10,3 miliardi di euro. Un risultato che mostra una netta crescita dell'utilizzo del "denaro di plastica" rispetto allo stesso periodo del 2010, in cui si erano raggiunti 8,7 miliardi di euro.

I turisti più "spendaccioni", secondo i dati dell'indagine, sembrano essere quelli britannici, mentre i turisti francesi hanno superato per la prima volta il miliardo di spesa. La Francia rimane lo Stato in cui i turisti spendono di più con una spesa complessiva, tra settembre e dicembre 2011, di 3,1 miliardi di euro, cifra che corrisponde a quanto speso complessivamente dai visitatori in Grecia, Turchia e Portogallo. L'Italia si aggiudica il secondo posto della classifica dopo la Francia. Con una crescita che ha superato il 19%, l'ammontare della spesa dei turisti stranieri è stato pari a 2,47 miliardi di euro rispetto ai 2,07 miliardi dell'anno precedente. Nel nostro Paese i turisti che spendono di più sono quelli provenienti dagli Stati Uniti (344,8 milioni). Cresce in modo considerevole la spesa dei visitatori russi (+33,4%), come anche la spesa dei turisti brasiliani (+32%).

Da questi dati emerge chiaramente la tendenza a utilizzare sempre di più le carte di credito come strumento di pagamento dai turisti in vacanza. Avere una carta di credito appare infatti molto più comodo e sicuro che girare con il denaro contante. In caso si voglia essere ancora più sicuri, si può anche scegliere di utilizzare una carta prepagata, che in caso di furto o smarrimento garantisce la non accessibilità a terzi del conto corrente dell'intestatario, limitando i disagi e le possibili perdite al proprietario.