In tempo di crisi anche i servizi offerti dalle banche cambiano, adattandosi alle nuove esigenze dei loro clienti. Anche le proposte sulle carte di credito si ampliano e si avvicinano a ciò che il cliente chiede. Ecco che quindi nasce db contocarta Prestitempo, la nuova carta ricaricabile prepagata di Prestitempo, divisione del gruppo Deutsche Bank specializzata in credito al consumo.

Db conto carta funziona come un conto corrente di base, ma è esentata dal pagamento del bollo previsto dalla manovra Salva-Italia. Poiché è molto simile a un conto corrente base, garantisce le principali operazioni di un correntista base: possiede un Iban, permette di effettuare bonifici, pagamenti Rav e Mav e di essere collegata a un conto deposito. Allo stesso tempo, essendo una carta prepagata, mantiene la garanzia di sicurezza di una carta di credito ricaricabile evitando, in caso di clonazione, che possano essere sottratte somme di denaro molto elevate. Il denaro "eccedente", infatti, può essere "parcheggiato" con maggior sicurezza in un conto deposito collegato alla carta prepagata stessa.

Db carta conto rappresenta una soluzione a basso costo che mette insieme praticità e risparmio, due caratteristiche molto ricercate dai correntisti in questo periodo. La carta di credito ricaricabile potrà essere ricaricata recandosi in un a delle 10.000 ricevitorie Sisal, tramite bonifico, versando lo stipendio o la pensione. Questa carta prepagata, rappresenta anche una buona alternativa per i pensionati o comunque tutti coloro che non vogliono aprire un conto corrente, ma che in questo periodo devono decidere in che modo ricevere la pensione o lo stipendio. Qualora questi superino i 1000 euro, soglia massima per i pagamenti in contanti prevista dalla nuova legge sulla tracciabilità dei pagamenti, le persone che li ricevono, devono avere un conto corrente di giacenza o una carta prepagata che permetta la tracciabilità di tutte le transazioni di denaro superiori, appunto, a 1000 euro.

A dimostrazione del successo di questo prodotto ci sono i dati relativi alle prime quattro settimane dall'inizio dell'emissione della carta di credito prepagata Db conto carta. Le carte emesse sono state oltre 10mila. Un numero molto elevato, che si spiega in parte guardando alle condizioni di lancio molto favorevoli: fino al 31 marzo non si paga alcun canone e sono previsti costi zero per l'utilizzo della carta di credito, del prelievo bancomat e della ricarica (al netto della commissione Sisal).

Come ha sottolineato Sebastiano Marulli, responsabile di Prestitempo, "il lancio di questo prodotto risponde alla scelta strategica di posizionarsi nel settore di riferimento in modo nuovo, occupando uno spazio di light banking, di cui si percepisce una domanda inevasa". La crisi, infatti, sta cambiando le abitudini degli italiani anche nel campo bancario: la cessione del quinto dello stipendio appare in calo del 10%, crollano prestiti finalizzati e investimenti, mentre crescono i prodotti low cost come i conti correnti on line, le carte rateali (+2,8%) e i conti deposito a breve termine come strumento conveniente e sicuro di guadagno sui propri risparmi.