Periodo di saldi, momento propizio per i pagamenti con carta di credito, il confronto è necessario. Offerte di ogni tipo e su molteplici settori merceologici invogliano i clienti ad affrontare spese di importi maggiori che, spesso e volentieri, prediligono l'utilizzo della carta di credito rispetto all'esborso immediato di contanti.

Ecco ripresentarsi, ancora una volta, la conferma dell'importanza fondamentale del confronto tra condizioni, clausole e caratteristiche del pagamento con carta di credito. In clima di saldi sono decisamente affidabili le carte prepagate e le carte di credito a saldo, maggiori perplessità, invece, si concentrano sulle carte di credito revolving.

Comprare, a esempio, un cappotto o una borsa durante i saldi, con un potenziale sconto del 30%, e pagare con una carta di credito revolving, rischia di vanificare il risparmio incementato che andrebbe a finire, invece, nel pagamento degli interessi sulle rate della carta revolving. Indispensabile, quindi, il confronto tra condizioni e clausole correlate alla carta di credito, confermato anche dall'Adiconsum che mette in guardia sugli acquisti con carta di credito revolving, che si profilano come acquisti a rate con tassi che sfiorano il 25% e fagocitano il risparmio a favore della banca o della società finanziaria che ha emesso la carta di credito.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.