Le carte di credito sono uno strumento ancora poco utilizzato dagli italiani per questo le banche hanno pensato di unire due prodotti per crearne uno efficiente, pratico e semplice da utilizzare.

Si tratta delle carte di credito che svolgono anche le funzioni di un conto corrente base. Spesso i normali conti correnti sono troppo costosi se utilizzati solo per i servizi base quali l'accredito dello stipendio, la domiciliazione delle bollette, versamenti e prelievi. Se si pensa che un conto corrente a canone zero ha un costo annuo di 34,20 euro all'anno ( corrisposti per l'imposta di bollo ).

Per questo sono state immesse sul mercato dalle maggiori banche, le carte di credito alle quali è stato associato un codice Iban. Funzionano come una normale carta ricaricabile ma allo stesso tempo permettono di fruire di servizi bancari di base senza doversi accollare gli oneri relativi alla titolarità di un conto corrente. Un esempio è la carta di credito proposta da CheBanca!, si chiama Conto Tascabile, ha un canone pari a solo un euro al mese, non si paga l'imposta di bollo e si possono effettuare operazioni illimitate gratuitamente.

Grazie all'iban di cui è dotata è possibile fare acquisti online, ricevere bonifici o accreditare lo stipendio. Un piccola rivoluzione che permette di avere il proprio conto corrente sempre in tasca, sotto forma di carta di credito.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.