E' simile ad un bancomat, consente di muoversi per Milano in tutta libertà per 2 giorni e di visitare i principali musei del capoluogo lombardo senza fare il biglietto: è AmaMI, la nuova carta di credito turistica promossa dal Comune di Milano con il sostegno di Banca Intesa.

Sarà in vendita a partire da luglio al costo di soli 25 euro e potrà essere utilizzata anche come una comune prepagata, con un plafond massimo pari a 150 euro. AmaMI, la tourist card evoluta, consentirà inoltre di usufruire di ulteriori promozioni, come corsie preferenziali e sconti sugli ingressi alle mostre cittadine, riduzioni in alberghi, ristoranti e negozi convenzionati.

La carta di credito ha come scopo principale la promozione del turismo nel capoluogo lombardo, seguendo il modello di quanto già fatto da Torino durante le Olimpiadi Invernali del 2006 e con l'ambizione futura di diventare una tessera per i servizi al turismo di tutta la Lombardia. AmaMI è nata grazie alla collaborazione, oltre che del Comune di Milano e del gruppo bancario Intesa Sanpaolo, di ATM Trasporti, del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, della Pinacoteca di Brera e della Camera di Commercio di Milano.

AmaMi Card consente inoltre di effettuare pagamenti contact-less, ovvero senza dover strisciare la carta ma semplicemente avvicinando lo strumento di pagamento al terminale Pos. Per scegliere la carta di credito più adatta alle proprie esigenze Supermoney vi permette di confrontare e comparare le offerte dei principali enti creditizi.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.