Carte di credito, sotto accusa le società concessionarie. Oggi parte lo stop alle emissioni di nuove American Express, deciso dalla Banca d'Italia, dopo un'indagine che ha portato alla luce alcune irregolarità da parte della società americana.

Le società eroganti carte di credito avevano avuto già dei guai qualche mese fa, con il blocco, sempre da parte della Banca d'Italia delle carte di credito di Diners Club Italia. Il blocco delle carte di credito era dovuto alla mancanza di adeguamento di alcuni sistemi informativi e di alcune procedura aziendali in materia di antiriciclaggio. La normativa prevede procedure specifiche e sistemi informativi adeguati per una corretta registrazione dei clienti e per il rispetto della legge sull'antiriciclaggio.

Diners Club Italia, dopo l'adeguamento, ha ricominciato ad erogare carte di credito. Intanto Adusbef ha inviato all'Antitrust una richiesta per sollecitare il blocco delle carte di credito emesse da tutte le società concessionarie.

Tale richiesta nasce dall'esigenza di fare chiarezza sul mancato rispetto della normativa vigente da parte di American Express e Diners Club Italia e da parte, eventualmente delle altre società erogatrici di carte di credito. Tempi duri insomma, per le società erogatrici di carte di credito che sono poste sotto l'attento controllo della Banca d'Italia, dell'Antitrust e delle Associazioni dei Consumatori. I privati dal canto loro possono solo aspettare che la situazione rientri, lasciandosi tutelare da chi di dovere.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.