Come effettuare la disdetta della carta di credito

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come effettuare la disdetta della carta di credito

Quando la carta di credito diventa troppo onerosa o se non la si usa abbastanza da giustificarne il possesso, può essere opportuno disdirla. La procedura non è complessa, ma bisogna essere certi di seguirla con attenzione. Questa guida dà tutte le informazioni su come effettuare la disdetta della carta di credito.

Le condizioni di recesso

La prima cosa da verificare quando si vuole procedere alla disdetta della carta di credito sono le condizioni contrattuali che regolano questa evenienza. Bisognerà attenersi a quanto previsto dal testo firmato: per questo motivo, anche questa parte del contratto dovrebbe essere valutata con la dovuta attenzione al momento della stipula, per evitare “trappole”. Le clausole sono tutte elencate nella sezione “Recesso”.

Il preavviso di recesso

Il titolare della carta di credito da disdire dovrà informare la banca della sua intenzione almeno due mesi prima della data in cui il servizio sarà interrotto. La comunicazione dev'essere inoltrata con raccomandata assicurata a/r all'istituto che ha emesso la carta (banca, Posta o altro), allegando alla richiesta la carta che sarà invalidata.

Invalidare la carta di credito

La carta di credito si invalida tagliandola in due parti, seguendo la linea della banda magnetica e del chip. In questo modo, la carta sarà inservibile. La procedura di recesso e di invalidazione della carta può essere effettuata anche recandosi presso l'istituto, dove il taglio sarà effettuato da un funzionario, che provvederà anche a completare la pratica di disdetta. Dal momento in cui la carta viene invalidata fino all'effettivo recesso dal contratto, tutti gli oneri di pagamento residui restano a carico del cliente, che si impegna a evaderli nel minor tempo possibile.

Leggi tutti i commenti